Sicilia, siglata intesa Stato-Regione, Marialucia Lorefice (M5S): “Accordo determinante per proseguire nella nostra azione di ripresa e valorizzazione della Sicilia partendo dai Liberi Consorzi”


Roma, 20 dicembre 2018 – “Siglato dal Governo nazionale e da quello della Regione Siciliana un accordo indispensabile per porre le basi per il rilancio della Sicilia attraverso delle misure importanti. Il M5S continua ad onorare l’impegno preso con i cittadini siciliani”: A renderlo noto la presidente della Commissione Affari Sociali alla Camera dei Deputati, on. Marialucia Lorefice (M5S).  

      “Da parte del Governo e di noi parlamentari siciliani –sottolinea la presidente Lorefice-  c’è una particolare attenzione alla questione delle province e alle problematiche che le affliggono, dagli stipendi dei dipendenti ai servizi essenziali fino alla necessità di riuscire a chiudere i bilanci.  A tutto questo  e a molto altro stiamo cercando di dare delle risposte concrete e questo accordo è sicuramente un punto di partenza fondamentale per poter proseguire con la nostra azione di rivalutazione e valorizzazione del territorio siciliano”.
“Entrando nel merito dell’accordo -spiegano i parlamentari siciliani del M5S- innanzitutto siamo riusciti a ridurre, rispetto al 2018, il contributo della Regione al risanamento della finanza pubblica, che passerà da 1,6 miliardi a 1 miliardo, con una riduzione di ulteriori 300 milioni rispetto a quanto già previsto. Auspichiamo che tali risorse vengano immediatamente utilizzate per dare ossigeno alle casse delle ex province siciliane in modo da garantire l’erogazione dei servizi alla cittadinanza e la tutela dei dipendenti. II Governo riconoscerà alla Regione un trasferimento di 540 milioni di euro da destinare ai liberi consorzi e città metropolitane per le spese di manutenzione straordinaria di strade e scuole, da erogare nei prossimi sei anni. In ogni caso, il Governo nazionale si impegna a trovare, entro
 il 30 settembre 2019, adeguate soluzioni per il sostegno ai liberi consorzi e alle città metropolitane della Regione Siciliana, al fine di garantire parità di trattamento rispetto ai medesimi enti del restante territorio nazionale. Altro passaggio di assoluta rilevanza è l’impegno congiunto di aggiornare ed attuare, entro il 30 settembre 2019, le norme presenti nello Statuto siciliano in materia di autonomia finanziaria. Entro il 31 gennaio 2019 verranno congiuntamente definite le modalità di attribuzione dell’IVA alla Regione Siciliana e si procederà all’individuazione in via definitiva le modalità di attribuzione del gettito relativo all’imposta di bollo. Oltre a queste misure, il Governo M5S si è impegnato a valutare forme di fiscalità di sviluppo, al fine di favorire il rilancio economico e sociale e ad attrarre investimenti nell’Isola. A tal proposito, il Governo ha ottenuto l’impegno da parte della Regione a garantire un incremento della spesa investimenti, a partire dal 2019 fino al 2025, di almeno il 2% rispetto all’anno precedente. Insomma, il Governo nazionale tende una mano alla Regione, ma pretende che questa rilanci gli investimenti e riqualifichi finalmente i suoi conti”.

Valentina Maci Odg 153453
Addetto Stampa On. Marialucia Lorefice

Maltempo, i parlamentari M5S donano 2 milioni di euro. Puoi partecipare anche tu alla raccolta fondi

Anch’io ho dato il mio contributo!

Coi circa 2 milioni di euro derivanti dal taglio delle nostre indennità aiuteremo i cittadini colpiti dal #maltempo in tutta Italia.

Chiunque può dare un piccolo aiuto.

Questo l’iban della Protezione Civile: IT49J0100003245350200022330

Le parlamentari Lorefice e Marzana incontrano Confartigianato e Croce Rossa

Venerdì mattina, insieme alla collega Maria Marzana, ho incontrato il segretario provinciale di Confartigianato Enzo Caschetto e l’avvocato Giancarlo Spatafora. Oggetto del nostro colloquio è stato il #Sisma90.

È una vicenda della quale ho avuto modo di occuparmi la scorsa legislatura e dopo 28 anni d’attesa porvi rimedio è fondamentale. È per questo che oltre a valutare le proposte portate avanti in questi anni, ci siamo confrontanti su altre che sarà nostro impegno portare all’attenzione del ministero di competenza.

Ho inoltre incontrato dei volontari della #CroceRossaItaliana. La storia della CRI è davvero affascinante ed è stata caratterizzata anche da momenti difficili. Rimane il fatto che le donne e gli uomini che vi operano quotidianamente per aiutare i più vulnerabili, in Italia e all’estero, sono un orgoglio per il nostro Paese.

Marialucia Lorefice

Un blog perché in parlamento sono una portavoce dei cittadini italiani

Marialucia Lorefice:”Ho scelto di avere un blog perché punto sull’informazione ai cittadini, dei quali sono portavoce in Parlamento. Affinché tutti possiate essere sempre a conoscenza di quanto faccio insieme al gruppo dei colleghi parlamentari del M5S”

Marialucia Lorefice, classe 1980. È di Ispica (Rg)

Presidente XII Commissione Affari Sociali (M5S) XVIII legislatura

Twitter: @Mlucialorefice

Per seguire Marialucia diventa follower del blog

Una nuova visione per i trasporti in Italia: mobilità pulita e sostenibile

Toninelli: “I trasporti non possono essere più visti separati dall’industria, dalla manifattura, dai servizi.”

 

Il saluto del ministro Danilo Toninelli all’assemblea annuale di Anita, Associazione Nazionale Imprese Trasporti Automobilistici.

Mi dispiace davvero non poter essere lì per via della complessa situazione creatasi in questi giorni che non mi consente di avere piena disponibilità sui miei impegni. Ma sono sicuramente lì a Palermo con il pensiero e con la mia massima attenzione e partecipazione, anche emotiva.
Siete una delle colonne portanti dell’economia italiana. Oggi oltre l’80 per cento circa delle nostre merci viaggia su gomma e, al di là della diversificazione, dobbiamo anche rendere migliori le nostre infrastrutture e i servizi alla mobilità per rendere migliore e più produttivo il vostro lavoro. Lavoro senza il quale, semplicemente, il Paese si bloccherebbe. Sto parlando, per esempio, di tagliare le file sulle tratte più trafficate, di razionalizzare i blocchi o di regolare in modo intelligente i pedaggi e le tariffe.

I trasporti non possono essere più visti separati dall’industria, dalla manifattura, dai servizi. E per servizi mi riferisco a una gamma che va dal commercio al turismo. Una razionale integrazione logistica è fondamentale. Dalle Alpi passa il 70% del nostro import-export. Ma le Alpi non sono così distanti dai porti come si possa pensare. Ecco che tutto si tiene insieme.

Come sapete, per fare un esempio, questo nuovo governo si è ritrovato e in qualche modo ha dovuto subire un’opera già in avanzato stato di costruzione come il tunnel di base del Brennero. Adesso dobbiamo gestire questo dossier, dobbiamo potenziare la linea storica, dobbiamo valutare bene il rapporto costi-benefici delle opere di accesso e dobbiamo scoraggiare il cosiddetto “traffico deviato”. Ma iniziative unilaterali di blocco come quelle del Tirolo non possono essere subite passivamente, ma richiedono risposte chiare, senza rotture, ma con la giusta fermezza.

Perché per noi il benessere delle nostre imprese viene sempre prima di tutto. E le merci devono viaggiare, in modo fluido, anche dal mare e poi lungo lo Stivale o verso il confine Nord e oltre.

La mia forza politica, poi, ha sempre puntato molto sulla mobilità pulita e sostenibile. E’ un nostro antico cavallo di battaglia. Ci sono diverse leve premiali – fiscali o tariffarie o comunque incentivanti – per favorire la conversione dei mezzi di trasporto. Conversione fondamentale sia sul fronte delle emissioni che più in generale per garantire più qualità, efficienza e sicurezza al vostro lavoro e per garantire meglio l’incolumità di tutti quelli che viaggiano in strada. Sto imparando che la tecnologia può aiutare tanto: il mio ministero sta lavorando molto sulla guida assistita e autonoma e ho letto di innovazioni come il platooning, lo spostamento dei tir in plotoni con il capofila che detta il ritmo, un sistema che consente di alleggerire i carichi di guida e di viaggiare in piena sicurezza.

Vi posso garantire il mio massimo impegno e la massima dedizione. Oltre a un ascolto costante e una interlocuzione continua con voi. Sono sicuro che la vostra giornata di lavori sarà proficua e vi garantisco che ci vedremo presto. E’ proprio il caso di dirlo: avremo molta strada da fare assieme.

Per adesso, buona giornata a tutti voi. Arrivederci.

19/06/2018

Fonte: https://www.ilblogdellestelle.it/2018/06/una_nuova_visione_per_i_trasporti_in_italia_mobilita_pulita_e_sostenibile.html

La squadra dei Ministri del M5S nel #GovernoDelCambiamento

Guardate che spettacolo! Questa è la squadra dei ministri del Movimento 5 Stelle. Siamo tantissimi e pronti a far partire il governo del cambiamento e a migliorare la qualità della vita di tutti gli italiani.

di Luigi Di Maio

Guardate che spettacolo! Questa è la squadra dei ministri del Movimento 5 Stelle. Siamo tantissimi e pronti a far partire il governo del cambiamento e a migliorare la qualità della vita di tutti gli italiani.

 

I ministri sono o nostri parlamentari e esponenti storici (Giulia Grillo alla Salute, Danilo Toninelli alle Infrastrutture, Alfonso Bonafede alla Giustizia, Riccardo Fraccaro ai Rapporti con il Parlamento e alla democrazia diretta, Barbara Lezzi al Sud), oppure fanno parte della squadra di ministri che avevo presentato in campagna elettorale (Elisabetta Trenta alla Difesa che è stata anche nostra candidata, il generale Sergio Costa all’Ambiente, Alberto Bonisoli alla Cultura).

Infine io che mi occuperò dello Sviluppo Economico e del Lavoro perché è ora di far ripartire il Paese, di mettere da parte la Fornero, di istituire il Reddito di Cittadinanza e il salario minimo orario. E lo faremo. Siamo la squadra del Movimento 5 Stelle nel governo del Cambiamento e siamo al vostro servizio!

 

Fonte: https://www.ilblogdellestelle.it