“Autorecupero immobili”, grazie ai cittadini gli incontri sono stati un successo

Due giorni dedicati al recupero degli immobili abbandonati. Hanno partecipato Ornella Bertorotta, prima firmataria del disegno di legge del M5S, i parlamentari Marialucia Lorefice, Maria Marzana, Vanessa Ferreri, Stefano Zito, consiglieri comunali e assessori di Ragusa, attivisti, simpatizzanti insieme all’architetto Antonello Sotgia, esperto proprio in autorecupero immobili.

 “Autorecupero immobili”, due giorni dedicati alle proposte e agli interrogativi dei cittadini in merito a temi importanti del contesto sociale ibleo e nazionale. Focus sul ddl M5S per il recupero degli immobili in stato di abbandono.

Una due-giorni interamente dedicata al tema “Autorecupero immobili”, quella di venerdì a Ragusa e domenica a Modica. Incontri realizzatati dai Meetup cittadini del M5S ai quali ho preso parte insieme a

È stata l’occasione per parlare di povertà, disoccupazione e delle emergenze sociali del nostro Paese, tra queste quella abitativa e quindi dell’importanza di avere un Reddito di cittadinanza. Si è parlato di forme concrete di autorecupero già attuate in diversi Paesi europei e anche in qualche comune italiano, e è stato approfondito il contenuto del disegno di legge.

Una proposta che potrebbe finalmente dare una risposta concreta al bisogno di case e al recupero dei centri storici delle nostre città, spesso abbandonati da decenni.

 

Si è discusso, inoltre, del diritto alla casa e degli sfratti che stanno colpendo le fasce più deboli della popolazione. La nostra provincia conosce, purtroppo, molto bene questo fenomeno, sono in aumento i pignoramenti. E pensare che anche in questo caso c’è una proposta di legge del M5S, prima firmataria Vanessa Ferreri, che potrebbe dare ristoro a tante famiglie colpite. Ma il Governo ha evidentemente altre priorità e alle vere emergenze risponde con misure spot, ad effetto, che non potranno aiutare veramente i cittadini. C’è bisogno di misure strutturali che affrontino il problema povertà e disoccupazione. Solo così si può pensare al futuro e sperare in un miglioramento.

 

Due incontri partecipati durante i quali protagonisti sono stati i cittadini con le loro proposte e i loro quesiti.

Ne faremo, come sempre, tesoro.

17021359_491444844313214_8436751634336402730_n
Quotidiano “La Sicilia”- domenica 26 febbraio 2016

Augusta, il progetto ‘Pellicano’ per risollevare il commercio

Il progetto “Pellicano” è pensato per tutti gli esercizi commerciali di generi alimentari (compresi panifici ed enti o associazioni del terzo settore). Per questa azione è prevista l’organizzazione e realizzazione, sul territorio comunale, di attività di recupero e donazione delle eccedenze alimentari per fini di solidarietà sociale. Le eccedenze saranno da destinare, in via prioritaria, all’utilizzo umano.

Leggi l’articolo su: Gazzetta Augustana