#VIOLENZA #DONNE: PIÙ RISORSE E INVESTIMENTI MIRATI PER RISULTATI CONCRETI

Di Marialucia Lorefice

Per contrastare il fenomeno, oggi una vera e propria emergenza sociale, della violenza sulle donne, non c’è alcuna alternativa a un intervento, serio e ponderato, della politica. Il problema, naturalmente, ha una radice culturale, ma non potrà mai essere ridimensionato senza investimenti mirati da parte del Governo.

Per questo sono soddisfatta delle decisioni del sottosegretario Vincenzo Spadafora per migliorare l’attività dei centri antiviolenza.

Rispetto all’anno scorso, infatti, i fondi destinati a questi centri non solo verranno confermati, ma aumenteranno, passando dai 33 milioni che abbiamo previsto in Legge di Bilancio a 37 milioni.

Inoltre, dettaglio tutt’altro che trascurabile, le risorse saranno concentrate per sostenere effettivamente le loro attività e non, come è accaduto in passato, per finanziare, ad esempio, iniziative di comunicazione o “ricreative”.

Sul fronte della violenza contro le donne c’è bisogno di azioni che abbiano effetti il più possibile immediati, bene anche l’indagine che si sta portando avanti sulla qualità dei servizi dei 338 centri antiviolenza, in modo da indirizzare le risorse solo a quelli che effettivamente possono rappresentare un punto di riferimento per le tante vittime di violenza, per non lasciarle sole e aiutarle a rialzarsi.