CENTRO AUTISMO, ON.LI LOREFICE E CAMPO: “LE FAMIGLIE E I PAZIENTI VANNO TUTELATI E SEGUITI SEMPRE, SENZA INTERRUZIONI. L’ASP 7 DEVE LORO ASSISTENZA CONTINUA”

Comunicato Stampa congiunto

On. Lorefice, presidente Commissione Affari Sociali-Camera dei Deputati, On. Stefania Campo parlamentare Ars

Stamattina si è tenuto l’incontro che l’on. Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali, aveva richiesto al Commissario dell’Asp 7 dott. Salvatore Lucio Ficarra al fine di comprendere quali fossero le misure per dare continuità ai servizi del Centro Autismo di Ragusa. All’incontro hanno partecipato la deputata Lorefice, il Commissario Ficarra, il dott. Morando direttore Dipartimento Salute Mentale, l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ragusa dott. Luigi Rabito.

Prima dell’incontro l’on. Lorefice ha voluto visitare il Centro Autismo ed ha avuto un primo incontro con i medici che al suo interno operano, con il dott. Morando.

La Presidente della Commissione Affari Sociali Lorefice visita il Centro Autismo di Ragusa

“Il Centro Autismo, come ho potuto toccare con mano oggi durante la mia visita –evidenzia la parlamentare Marialucia Lorefice- è un fiore all’occhiello per la provincia iblea per quanto concerne la struttura e, soprattutto, i medici di Neuropsichiatria. Purtroppo, il servizio nel tempo non è mai stato garantito con continuità ma ad intervalli e questo, come ho più volte sottolineato, è un problema soprattutto quando la continuità dell’assistenza è fondamentale per permettere ai piccoli pazienti di fare dei progressi e non regredire”.

“Durante l’incontro –aggiunge la Lorefice- sono emerse diverse problematiche. Le legittime esigenze delle famiglie, degli utenti e anche degli operatori stessi che conoscono quei bambini ai quali si sono dedicati per tantissimo tempo e conoscono bene come affrontare le diverse problematiche. Dall’altra parte l’Asp 7 che ha evidenziato che il progetto attraverso il quale lavoravano questi operatori a contratto si è concluso e non è stata data alcuna proroga nelle more dell’espletamento del bando che si è, tra l’altro, già chiuso. Prorogare il servizio, secondo l’Asp, avrebbe significato per i lavoratori lavorare senza alcuna retribuzione o garanzia proprio perché il progetto era terminato così come i fondi. Queste sono le informazioni dateci dall’Asp7. Certamente l’aspetto burocratico è di fondamentale importanza nell’espletamento di un servizio sanitario pubblico, per di più rivolto ai bambini ma non sono d’accordo sul fatto che nulla si sarebbe potuto fare per evitare adesso questa vacatio. Che non riguarda, e mi preme sottolinearlo, i medici in servizio all’interno del Centro perché loro ci sono e svolgono come sempre il loro lavoro. Piuttosto riguarda gli operatori, non meno importanti, certo, ma sino ad oggi non stabilizzati ma con contratto Co.co.co Vero è che spesso le normative non tengono conto delle reali esigenze dei cittadini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Verrà istituito un tavolo tecnico così come richiesto dall’associazione Pro Diritti H che auspichiamo possa essere aperto almeno alle rappresentanze delle associazioni e dei genitori. Sino ad ora si è parlato di progetti, adesso è arrivato il momento di parlare di continuità”.

“Ci siamo impegnati –dichiara l’on. Campo, deputata Ars- con un emendamento in finanziaria affinché la percentuale dell’intero bilancio da destinare al Centro Autismo di Ragusa raddoppiasse passasse dallo 0,1% allo o,2%. Questo impegno a fronte del fatto che questo tipo di servizio non può essere interrotto di volta in volta perché è fondamentale una continuità nelle terapie. Ad oggi il servizio è assicurato per circa 30 pazienti a fronte dei 150 che ne avrebbero bisogno. Le cure -conclude- devono essere assicurate anche oltre i sei anni. Questi i motivi per cui in finanziaria ci siamo battuti pertanto ci aspettiamo che il servizio inizi a funzionare senza interruzioni”.

Valentina Maci  Odg 153453

Addetto stampa On. Marialucia Lorefice, portavoce M5S presso la Camera dei Deputati, presidente Commissione Affari Sociali

Centro Autismo di Ragusa, l’On. Lorefice incontrerà venerdì il Commissario dell’ Asp 7 Ficarra

In merito alle problematiche del Centro Autismo di Ragusa, apparse in questi giorni sulla stampa e alla luce dei confronti intercorsi con le associazioni ed i familiari dei pazienti, la presidente della Commissione Affari Sociali alla Camera dei Deputati Marialucia Lorefice, incontrerà il Commissario dell’Asp 7 dott. Salvatore Lucio Ficarra: “Ho già sentito telefonicamente -afferma la deputata Marialucia Lorefice- le parti interessate.

Ho personalmente contattato anche il Commissario Ficarra per conoscere esattamente la situazione del Centro. Al fine di poter trovare delle soluzioni celeri e condivise e scongiurare qualsiasi tipo di disagio ai pazienti e alle famiglie, incontrerò venerdì il Commissario Ficarra.

All’incontro ho chiesto che fossero presenti anche le famiglie e le associazioni dato che, tra l’altro, avevano già chiesto di essere ricevute dal Commissario. In questo momento è importante che siano proprio le famiglie ad avere la possibilità di confrontarsi con i vertici della Sanità iblea.

Ritengo -conclude la parlamentare del M5S- che il Centro Autismo di Ragusa, come ho già sostenuto in altre occasioni, sia uno dei fulcri della sanità e per questa ragione vanno trovate delle soluzioni”.

 

Valentina Maci  Odg 153453
Addetto stampa On. Marialucia Lorefice, portavoce M5S presso la Camera dei Deputati, 
Presidente XII Commissione Affari Sociali
 

Centro Autismo di Ragusa, l’on. Lorefice chiede un incontro al Commissario Ficarra

L’on. Lorefice chiede al Commissario Ficarra un incontro in presenza delle famiglie che hanno necessità dei servizi del Centro Autismo di Ragusa

“Il centro autismo di p.zza Igea a Ragusa–afferma la parlamentare del M5S Marialucia Lorefice- è sempre un punto interrogativo. Ma un servizio sanitario non deve mai essere basato sull’incertezza. Servono soluzioni che possano garantire il servizio alle famiglie, con l’ausilio di figure professionali adeguate alla patologia e, soprattutto, con continuità. Un approccio adeguato e tempestivo è fondamentale. Infatti, la sindrome dello spettro autistico richiede l’attenzione alla persona e un trattamento consono e personalizzato. Un servizio che viene sospeso, riattivato a singhiozzi, non è sufficiente. Così come non sono sufficienti le promesse. Solo un percorso di presa in carico duraturo nel tempo può permettere il raggiungimento di risultati funzionali e ottimizzati. Pertanto, sulla scia delle richieste già avanzate dalle associazioni, ravviso -evidenzia la presidente della Commissione Affari Sociali- la necessità di un incontro che permetta un confronto sulle problematiche inerenti e, di conseguenza, la possibilità di trovare delle soluzioni a breve termine, fondamentali per i bambini, i ragazzi e per le loro famiglie. A tal proposito, ritenendo indispensabile incontrare il Commissario dell’Asp 7 dott. Ficarra, risulta nondimeno utile che allo stesso incontro partecipino anche le famiglie che usufruiscono dei servizi del centro autismo. Sono proprio le famiglie e gli assistiti in primis ad avere diritto a risposte chiare e certezze. Sono fondamentali delucidazioni in merito ai progetti futuri del centro e sui tempi certi per la sua definitiva apertura”. 
Valentina Maci  Odg 153453
Addetto stampa On. Marialucia Lorefice, portavoce M5S presso la Camera dei Deputati, 
Presidente XII Commissione Affari Sociali