ALLUVIONE IN SICILIA, LOREFICE (M5S): “DI MAIO SARA’ SABATO 23 AD ISPICA E A RAGUSA UN SEGNALE IMPORTANTE DAL GOVERNO PER IL TERRITORIO IBLEO”

“Sabato 23, il ministro Luigi Di Maio visiterà Ispica alle 13:00 e sarà a Ragusa alle 15:00. È un segnale forte della sua attenzione e dell’attenzione del Governo verso i territori che sono stati colpiti dall’alluvione di ottobre.

Siamo in prima linea per dare risposte concrete a chi ha bisogno di aiuto -dichiara la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice che sottolinea- la Sicilia, le alluvioni, i danni, non sono mai passati inosservati ai parlamentari e al Governo. Non sempre tutto il lavoro che facciamo quotidianamente per dare risposte al territorio viene svolto sotto i riflettori, non siamo soliti fare proclami prima di porre in essere le azioni. L’area iblea è sempre stata al centro del nostro lavoro anche e soprattutto quando viene messa a dura prova, con tutte le conseguenze che ben conosciamo su famiglie, economia, turismo.

Tale impegno è confermato anche dal Consiglio dei Ministri che si terrà giovedì e che avrà come ordine del giorno la dichiarazione dello stato di emergenza per i Comuni della Regione siciliana interessati dall’alluvione del 25 e del 26 ottobre 2019. Un atto necessario e una risposta concreta, segno della nostra attenzione per il territorio ibleo.

Non esistono per noi regioni di serie B, per noi è importante ogni singolo italiano, ogni singola famiglia, ogni singolo lavoratore, ogni singolo commerciante”.

LOREFICE (M5S): “In arrivo 1 milione e 300 mila euro ai Comuni iblei per i prossimi 5 anni per opere di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile”

“Per 5 anni, dal 2020 al 2024, anche i Comuni iblei potranno usufruire dei finanziamenti del Governo inseriti nella Legge di Bilancio 2020 per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile.” E’ quanto dichiara la deputata del M5S Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, che spiega:

“Alla nostra provincia sono garantiti 1 milione e 300 mila euro annui così ripartiti in base al numero di abitanti: 170.000 euro ai comuni di Modica, Ragusa e Vittoria; 130.000 euro ai comuni di Comiso e Scicli; 90.000 euro ai comuni di Acate, Ispica, Pozzallo e Santa Croce Camerina; 70.000 euro al comune di Chiaramonte Gulfi e 50.000 euro ai comuni di Giarratana e Monterosso Almo.

Il Governo – aggiunge Lorefice – ha voluto rendere strutturale la cosiddetta ‘Norma Fraccaro’, (articolo 30 del decreto Crescita), che aveva previsto lo stanziamento di complessivi 500 milioni di euro per il 2019, assegnati ai Comuni in funzione del numero dei residenti, finalizzati alla realizzazione di opere di efficientamento energetico. 

Per godere del beneficio relativo al 2019 le amministrazioni comunali devono avviare i progetti entro il 31 dicembre di quest’ anno, pena la decadenza del contributo. Nel’ Decreto Crisi’ abbiamo prorogato, infatti, di due mesi la scadenza iniziale fissata al 31 ottobre.

Per il nuovo anno, e fino al 2024, abbiamo previsto la messa a regime di questa misura.

I Comuni – specifica la deputata M5S – potranno destinare le risorse a uno o più interventi volti all’efficientamento dell’illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica, nonché all’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Per quanto riguarda, invece, lo sviluppo territoriale sostenibile e la mobilità sostenibile, si potrà intervenire sull’ adeguamento e la messa in sicurezza di scuole ed altri edifici pubblici e sull’abbattimento delle barriere architettoniche.   

Salvo modifiche che potranno intervenire durante l’iter di approvazione della Legge di Bilancio in Parlamento, i comuni potranno accedere al finanziamento annuo erogato dal Ministero dell’Interno a tre condizioni: che i lavori inizino entro il 15 settembre di ciascun anno di riferimento del contributo; che non siano già finanziati integralmente da altri soggetti; che gli stessi siano aggiuntivi rispetto a quelli da avviare nella prima annualità dei programmi triennali di lavori pubblici.

Sono certa che le amministrazioni comunali della nostra provincia non si lasceranno sfuggire l’opportunità di accedere alle risorse messe a disposizione dal Governo per offrire concrete risposte ai bisogni de cittadini, migliorare la qualità della loro vita e tutelare l’ambiente.

Investire nello sviluppo sostenibile vuol dire aiutare i territori a far ripartire l’economia, creando nuova occupazione.” Conclude Lorefice 

ISPICA, LOREFICE (M5S): “PUNTIAMO A CITTÀ ECOSOSTENIBILI E CON IL DECRETO CLIMA SOSTENIAMO I COMUNI”

 “In occasione della Giornata Nazionale dell’Albero –dichiara la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice anche Ispica e Modica hanno aderito, domenica 17 novembre, all’iniziativa ‘Alberi per il futuro’.
Il valore degli alberi è parte integrante della storia e dell’attivismo praticato dal Movimento 5 stelle che ogni anno dedica il fine settimana a ridosso di questo importante evento a un’iniziativa che unisce cittadini e attivisti, segno dell’attenzione verso l’ambiente e il clima.
Il grave inquinamento atmosferico preoccupa e deve spingerci a fare sempre di più e meglio per la salvaguardia della salute pubblica-sottolinea la Lorefice. Iniziative come ‘Alberi per il futuro’ vogliono essere segno tangibile del nostro passaggio e della necessità di migliorare il posto in cui viviamo. 
In tale ottica si collocano gli impegni che il M5S porta avanti, non soltanto con manifestazioni cittadine, ma con misure concrete  del Governo che servono a contrastare i danni climatici e ambientali. Così, nel ‘Decreto Clima’ -sottolinea la parlamentare iblea – saranno investiti 255 milioni per diminuire i mezzi di trasporto inquinanti nelle nostre città. 
È previsto un fondo per i Comuni di 20 milioni di euro per il trasporto scolastico con mezzi ibridi o elettrici. Mentre per le città e le aree sottoposte a infrazione europea sulla qualità dell’aria, continuano i nostri incentivi per la rottamazione di mezzi inquinanti fino a 1500 euro.
Inoltre –evidenzia la Lorefice- grazie alla ‘Norma Fraccaro’ saranno investiti 500 milioni all’anno per ridurre i consumi energetici degli edifici pubblici con un risparmio energetico enorme che si andrà ad aggiungere alla misura dell’Ecobonus al 65% per l’efficienza energetica.
Si tratta di misure –conclude la deputata del M5S- che avranno un importante impatto al Sud che vedrà un incremento delle strategie ecosostenibili a tutto vantaggio dell’ambiente e del cittadino, e segno dell’attenzione che ancora una volta dimostriamo di avere verso i nostri Comuni”.

ALLUVIONE SICILIA, LOREFICE E PISANI (M5S): “CHIESTO AL GOVERNO LO STATO DI CALAMITA’ E DI EMERGENZA”

“In seguito alle violente alluvioni che hanno colpito nel mese scorso alcuni Comuni delle province di Ragusa, Siracusa e Catania, assieme a un nutrito gruppo di parlamentari siciliani abbiamo inviato una lettera al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro e al Ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova, per chiedere il riconoscimento dello stato di emergenza e di calamità per i nostri territori”.

E’ quanto dichiarano in una nota la deputata del M5S Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati, prima firmataria della lettera e il senatore Pino Pisani, Segretario della Presidenza del Senato. La lettera è stata sottoscritta dai parlamentari Cancelleri, Giarrusso, Marzana, Piera Aiello, Casa, Cantone, Ficara, Martinciglio, Davide Aiello, Cimino, Lombardo, Mollame, Pietro Lorefice, Scerra, Licatini, Anastasi, Saitta, Perconti, Drago, Papiro, Trizzino e Giarrizzo.

“Abbiamo ritenuto necessario informare il Governo in merito ai danni causati dalle avverse condizioni metereologiche che hanno provocato persino due vittime, – spiegano Lorefice e Pisani. -Abbiamo illustrato come il settore agricolo, peraltro già colpito dalla crisi economica, sia stato messo letteralmente in ginocchio, con varie coltivazioni andate distrutte a causa degli straripamenti, serre divelte e molti animali deceduti”.

 “I primi sopralluoghi effettuati – scrivono i parlamentari nelle lettere – hanno stimato 350 milioni di euro di danni per il solo comparto agricolo; cifre destinate a crescere man mano che le amministrazioni comunali e la protezione civile effettueranno ulteriori verifiche. Inoltre, questa ondata di maltempo di straordinaria portata ha provocato danni ad abitazioni, infrastrutture ed attività commerciali”.

“Auspichiamo, pertanto, un sollecito intervento del Governo a supporto di tante famiglie, onesti lavoratori e aziende che hanno subito ingenti danni materiali ed economici, così da consentire una ripresa rapida delle attività ed il ripristino della regolare condizione dei trasporti e delle infrastrutture”. Concludono Lorefice e Pisani 

 

Dispositivo anti-abbandono sui seggiolini obbligatorio

I seggiolini con dispositivo anti-abbandono sono diventati obbligatori su tutte le auto che trasportano bambini fino a 4 anni.

Lunedì, la ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato il decreto attuativo dell’articolo 172 del Codice della Strada che prevede l’obbligo di installazione dei dispositivi salva-bebè sui seggiolini per automobili.

L’obbligo sarà operativo appena il decreto legge sarà pubblicato, nei prossimi giorni, sulla Gazzetta Ufficiale.

Lorefice (M5S): “Stop alle trivellazioni”

Siamo determinati a introdurre una normativa che non consenta più il rilascio di nuove concessioni di trivellazione per l’estrazione di idrocarburi.

E’ un vero e proprio #stop alle #trivelle!

Uno stop per legge che il premier Giuseppe Conte ha auspicato possa essere introdotto anche nella #Costituzione: chi verrà dopo di noi, se mai vorrà assumersi l’irresponsabilità di far tornare il Paese indietro, dovrà farlo modificando questa norma di legge. Anche per evitare questi rischi ci adopereremo affinché la protezione dell’ambiente e delle biodiversità, e auspico anche dello sviluppo sostenibile, siano inseriti tra i princìpi fondamentali del nostro sistema costituzionale

https://is.gd/adwqUX