Di Marialucia Lorefice

Martedì con i deputati e i senatori delM5S delle Commissioni Affari Sociali e Sanità di Camera e Senato abbiamo incontrato il Team dei Facilitatori Sanità del M5S, composto da: Valeria Ciarambino Sabino Tota Walter Mazzucco Andrea Greco Daniela Bombardi Giovanni Endrizzi e Mariolina Castellone.

E’ stato un utile momento di confronto sugli obiettivi raggiunti dal M5S in Sanità, sul lavoro che ancora c’è da fare e sulle modalità più efficaci per far conoscere la nostra attività ai territori.

Il programma del Team Sanità punta su 5 priorità:

🔺Creare una Rete territoriale per condividere le best practises in sanità;

🔺Attività di formazione e informazione rivolte a portavoce ed attivisti;

🔺Iniziative nazionali in tema di diritto alla salute;

🔺Iniziative anche locali in tema di prevenzione e sostenibilità del SSN;

🔺Incontro nazionale con visione della sanità in prospettiva futura.

Il Team dei facilitatori ha l’obiettivo di migliorare il coordinamento tra le nostre azioni a tutti i livelli, sempre nell’interesse dei cittadini; questi ultimi sono al centro del nostro lavoro.

Abbiamo posto questo sistema di rete e scambio alla base del processo di riorganizzazione del nostro Movimento.

ABBIAMO APPROVATO LA LEGGE PER UTILIZZO TESSUTI ‘POST MORTEM’, E’ PASSO AVANTI PER LA SCIENZA

La nostra Commissione #AffariSociali ha appena approvato in via definitiva il provvedimento sulla #donazione del corpo umano dopo la morte, che aveva già avuto il via libera del Senato.

Sono felice di questo importante risultato, raggiunto grazie alla collaborazione di tutti i gruppi parlamentari, uniti nell’intento di dare al Paese una misura di cui si aveva bisogno da tempo.

Quella sul #postmortem è infatti una legge fondamentale per la ricerca scientifica e per la formazione dei medici, oltre che un grande contributo per la riduzione della sperimentazione animale: con il via libera di oggi, la scienza compie un altro grande passo in avanti.

Lorefice (M5S): “Da Speranza rassicurazioni su misure di prevenzione”

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha riferito in Commissione Affari Sociali sulle iniziative adottate per prevenire la diffusione del Coronavirus.

L’articolo sul Quotidiano Sanità

http://www.quotidianosanita.it/m/governo-e-parlamento/articolo.php?approfondimento_id=14353

Lorefice (m5s): “7.5 milioni di euro alla provincia di Ragusa per interventi di messa in sicurezza degli edifici e del territorio”

Incremento risorse ai comuni per nuovi interventi fino al 2034

“La messa in sicurezza del territorio nazionale è una priorità che il nostro Governo sta perseguendo al fine di ridurre il rischio idrogeologico e favorire la prevenzione. L’obiettivo è quello di scongiurare le drammatiche conseguenze che gli eventi metereologici avversi hanno provocato in questi anni.” E’ quanto afferma la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, Marialucia Lorefice (M5S), che riferisce:

“Siamo molto soddisfatti che sia stato firmato il decreto interministeriale del ministero dell’interno di concerto con il MEF con il quale vengono assegnati 5 milioni di euro al Comune di Modica e 2.5 milioni di euro al comune di Pozzallo per la realizzazione di 9 interventi complessivi di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Le risorse sono state assegnate ai comuni che hanno presentato richiesta di contributo entro il 15 settembre del 2019, sulla base di progetti inseriti in uno strumento programmatorio, come previsto dalle norme della Legge di Bilancio 2019, (approvata il 30 dicembre 2018), volte a supportare i Comuni nei progetti di recupero del territorio, tesi a: ridurre il rischio idrogeologico, mettere in sicurezza strade, ponti e viadotti, mettere in sicurezza edifici, con precedenza per quelli scolastici.

Si tratta, dunque, di opere già programmate dai Comuni prima dei danni alluvionali dei mesi scorsi. Ci sono buone notizie anche per gli altri Comuni -aggiunge la parlamentare iblea che spiega- nella legge di Bilancio 2020 recentemente approvata, abbiamo incrementato da 4.9 a 8.8 miliardi di euro gli stanziamenti per la concessione di contributi ai comuni per la messa in sicurezza degli edifici e dei territori, includendo l’efficientamento energetico dei fabbricati tra le opere finanziabili. Inoltre, abbiamo ampliato l’ambito temporale di applicazione della norma, prevedendo risorse fino al 2034.

L’articolo 1, comma 38 della Legge di Bilancio 2020 specifica nel dettaglio le condizioni per l’ammissibilità delle richieste di contributo da parte dei Comuni, prevedendo l’esclusione per quelli che risultano beneficiari in uno degli anni del biennio precedente. 

Questa misura rappresenta, dunque, un’ulteriore opportunità per gli enti locali, e mi auguro venga sfruttata appieno dai sindaci del nostro territorio che quest’anno hanno dovuto fronteggiare i pensanti danni provocati dalle violente alluvioni.

L’auspicio è che si investa sempre più nella prevenzione, sfruttando le risorse messe a disposizione dal nostro Governo.” Conclude Lorefice

 

Sanità, Lorefice: “Subito ok a ddl su sicurezza personale medico e sanitario”

Di Marialucia Lorefice

Gli episodi di violenza contro il personale medico e sanitario si ripetono con impressionante rapidità. Insieme alla presidente della commissione Giustizia, Francesca Businarolo, siamo convinte che serva approvare rapidamente il disegno di legge ora all’esame della Camera e che ha già avuto il via libera del Senato.

Questo prevede l’inasprimento delle pene per chi commette atti di violenza nei confronti di medici e operatori sanitari, l’istituzione di un Osservatorio nazionale sulla sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie e l’introduzione della procedibilità d’ufficio anche senza la querela da parte della vittima.

Ad inizio prossima settimana faremo un ufficio di presidenza congiunto nel quale valuteremo le strade possibili per dare seguito all’impegno che Governo e maggioranza intendono portare a termine.

Tutelare i nostri medici e operatori sanitari, che ogni giorno mettono a disposizione dei pazienti la loro professionalità, dalle vergognose aggressioni in costante crescita, è dovere che abbiamo e al quale occorre dare riscontro nel più breve tempo possibile.

Ragusa, Siracusa e Catania, Ficara e Lorefice (M5S): “Col Milleproroghe  fino a 160 milioni per il rimborso delle imposte a chi è stato colpito dal sisma del ‘90”

“Nel decreto Milleproroghe vengono incrementati i fondi disponibili per chi attende i rimborsi legati al sisma del 1990.  Interessate le  province siciliane di CataniaSiracusa e Ragusa”. Lo affermano  i parlamentari della Camera dei Deputati Paolo Ficara e Marialucia Lorefice.

“Nel corso di tutto il 2019, durante – spiegano i parlamentari – una serie di incontri pubblici svolti nelle province interessate, avevamo fatto il punto sugli aspetti normativi e giuridici di una vicenda che va avanti da troppi anni ormai, quasi 30, e preso atto della necessità di ulteriori risorse, ribadendo il nostro impegno e del Governo a trovare una soluzione per poter rimborsare tutti gli aventi diritto. Vogliamo ringraziare gli Uffici romani dell’Agenzia delle Entrate, con i quali in questi mesi abbiamo avviato un proficuo confronto”

“Basti ricordare infatti che dei 90 milioni stanziati – concludono Ficara e Lorefice – con la legge di bilancio del 2015, a fine 2018 ne erano stati liquidati circa 50 milioni. Grazie al confronto, alle sollecitazioni e al lavoro di tutti, nel corso del 2019 sono stati messi in pagamento i restanti 40 milioni. Serviva dunque mettere nuove risorse. Con impegno e lavoro, e grazie all’attenzione e all’impegno del Sottosegretario del ministero dell’Economia e delle Finanze, Alessio Villarosa, oggi possiamo dire di avere garantito e tutelato i nostri corregionali interessati ai rimborsi del sisma 90. Continuiamo a lavorare affinché i problemi che ci portiamo dietro da anni possano essere risolti”.