L’iscritto al M5S vale , nel Pd paga

C’è una differenza sostanziale tra il cittadino che si iscrive al MoVimento 5 Stelle e quello che si iscrive al Pd. Il primo vale, il secondo paga.

L’iscritto Pd deve:
– pagare 15 euro
– delegare tutte le decisioni a qualcun altro.
Nel MoVimento 5 Stelle uno vale uno, nel Pd uno vale 15 euro.

Fonte http://www.beppegrillo.it/m/2017/03/liscritto_5_stelle_vale_liscritto_pd_paga.html

Ieri quel burlone di Matteo Renzi ha rinnovato la tessera del Pd (almeno uno è rimasto) e ha detto che il Pd è “una comunità di persone libere che sceglie la democrazia interna. Da noi, solo da noi, #unovaleuno 😉“. Ci copiano tutto. Perfino lo slogan. Tranne il taglio degli stipendi: quello no. Il fatto è che è tutto finto. C’è una differenza sostanziale tra il cittadino che si iscrive al MoVimento 5 Stelle e quello che si iscrive al Pd. Il primo vale, il secondo paga. 15 euro per la precisione, dopo di che il suo contributo è finito.


L’iscritto del MoVimento 5 Stelle può:
– decidere con una votazione online la linea politica del MoVimento 5 Stelle nelle decisioni più importanti (per esempio su eutanasia e testamento biologico, leggi i risultati della votazione)
– decidere con una votazione online i punti del programma nazionale per le politiche (lo abbiamo fatto per l’Energia e presto lo faremo con tutti gli altri temi)
– decidere con una votazione online i candidati alle cariche elettive (lo abbiamo fatto alle politiche 2013, per le amministrative dei capoluoghi di regione e lo faremo ancora per le prossime regionali e politiche)
– discutere online le proposte che i portavoce del MoVimento 5 Stelle vogliono presentare in Parlamento prima che siano depositate, incidendo nella scrittura di esse (tramite Rousseau con Lex Parlamento e Lex Europa)
– proporre e votare online delle proposte di legge che poi vengono portate in Parlamento dai portavoce (tramite Rousseau con Lex Iscritti)
– seguire corsi on line riguardanti le tematiche più svariate (tramite Rousseau con E-Learning: per ora c’è il corso base per consigliere comunale, presto arriveranno gli altri)
– sostenere liberamente con piccole donazione le iniziative del MoVimento 5 Stelle
– candidarsi a tutte le cariche elettive di ogni livello fino a un massimo di due mandati (senza pagare nulla, per il Pd le poltrone costano)
– e molto altro…
L’iscritto Pd deve:
– pagare 15 euro
– delegare tutte le decisioni a qualcun altro.
Nel MoVimento 5 Stelle uno vale uno, nel Pd uno vale 15 euro.

21 Marzo: Sarà la giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie

Questa settimana è stata votata all’unanimità la proposta che prevede l’Istituzione della «Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie».

Questa settimana è stata votata all’unanimità la proposta che prevede l’Istituzione della «Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie».

Un unico articolo. La giornata prescelta è il 21 marzo, la stessa Giornata nazionale che è già dedicata, dal 1996, alle vittime innocenti di tutte le mafie, promossa dall’Associazione Libera.

L’istituzione della suddetta giornata non costituisce festività nazionale, né comporta riduzione di orario degli uffici pubblici, né per le scuole e prevede che gli istituti scolastici di ogni ordine e grado promuovano, nell’ambito della propria autonomia e competenza, nonché delle risorse disponibili a legislazione vigente, iniziative volte alla sensibilizzazione sul valore storico, istituzionale e sociale della lotta alle mafie e sulla memoria delle vittime delle mafie. 

Al fine di conservare, rinnovare e costruire una memoria storica condivisa in difesa delle istituzioni democratiche, possono essere altresì organizzate manifestazioni pubbliche, cerimonie, incontri, momenti comuni di ricordo dei fatti e di riflessione, nonché iniziative finalizzate alla costruzione, nell’opinione pubblica e nelle giovani generazioni, di una memoria delle vittime delle mafie e degli avvenimenti che hanno caratterizzato la storia recente e i successi dello Stato nelle politiche di contrasto e di repressione di tutte le mafie. 

Il M5S condivide lo spirito dell’iniziativa, e sottolinea altresì che la lotta alla mafia va effettuata tramite iniziative concrete di contrasto.