BAPR. Lorefice (M5s), “Oggi a Ragusa Tavolo con il sottosegretario Villarosa”

Oggi alle ore 15.00, presso la Sala Convegni del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, il sottosegretario al Ministero dell’Economia e Finanze, Alessio Villarosa, parteciperà al Tavolo di confronto con i risparmiatori della Banca Agricola Popolare di Ragusa”. Lo riferisce la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati, Marialucia Lorefice (m5s), che interverrà alla riunione insieme al sottosegretario al ministero del Lavoro, Stanislao Di Piazza, ai deputati Maria Marzana, Paolo Ficara, Eugenio Saitta, Filippo Scerra, al senatore Pino Pisani, al parlamentare europeo Ignazio Corrao e alla deputata regionale Stefania Campo.

“Siamo grati al sottosegretario Villarosa – prosegue la presidente – per aver mantenuto vigile l’attenzione in questo anno sulle delicate vicende della Bapr che coinvolgono moltissimi azionisti del nostro territorio, e per aver lavorato insieme a noi parlamentari, confrontandosi con i vertici della Banca Agricola e della Banca d’Italia, per individuare le più efficaci soluzioni a tutela dei risparmi di tanti onesti lavoratori.

L’incontro segue una serie di Tavoli che si sono svolti nei mesi scorsi sia a Ragusa sia presso il Ministero dell’Economia e sarà utile per fornire agli azionisti gli ultimi utili aggiornamenti.” Conclude Lorefice

NEL DECRETO MILLEPROROGHE ALTRO IMPORTANTE PASSO IN AVANTI A SOSTEGNO DEI LIBERI CONSORZI COMUNALI

Approvato in Commissione congiunta Affari costituzionali-Bilancio l’emendamento che permette di prorogare anche per il 2020 la possibilità per i Liberi Consorzi comunali e le città metropolitane di approvare un bilancio annuale senza la necessità di ricorrere a quello triennale, di certo più complesso.

Tale emendamento ripartisce anche gli 80 milioni di euro che erano stati già stanziati nella legge di bilancio a dicembre, risorse che dal 2020 in poi alleggeriranno il cosiddetto prelievo forzoso previsto per questi enti intermedi.

Una riduzione pari a 5,55 milioni nel caso del il libero Consorzio Comunale di Ragusa su cui l’ente potrà contare anche negli anni a venire, un passo avanti importantissimo, un reale sostegno che gli permetterà di garantire servizi essenziali come la manutenzione delle strade provinciali, delle scuole ⤵️

http://bit.ly/2Ss0z8j

AGGRESSIONI SUGLI OPERATORI SANITARI E SOCIO-SANITARI APPROVATO DDL IN COMMISSIONI RIUNITE AFFARI SOCIALI-GIUSTIZIA

Di Marialucia Lorefice

Giovedì scorso in Commissioni riunite Affari Sociali e Giustizia abbiamo dato il via libera al Ddl sulla sicurezza del personale sanitario e sociosanitario.

Ecco cosa prevede:

-si istituisce un Osservatorio che avrà il compito di monitorare gli episodi di violenza;

-viene istituito un comma all’articolo 583 del Codice penale sulle lesioni personali, introducendo quelle gravi (da 4 a 10 anni) e gravissime (da 8 a 16 anni);

-no alla qualifica di pubblico ufficiale per medici e personale sanitario e socio-sanitario in servizio, ma sì a tutte le tutele che la qualifica di pubblico ufficiale comporta, ossia procedibilità di ufficio e aggravio delle pene per chi commette aggressioni ai loro danni;

-viene previsto che nei processi di aggressione nei confronti degli operatori sanitari e sociosanitari nell’esercizio delle loro funzioni, le Aziende sanitarie avranno l’obbligo di costituirsi parte civile;

-formazione e prevenzione gli altri due caposaldi del testo, oltre alla previsione nei piani di sicurezza di protocolli operativi con le forze dell’ordine per garantire interventi tempestivi.

L’approdo in aula del ddl è previsto il prossimo 21 febbraio.

Si tratta di un provvedimento atteso.
Un sentito grazie a tutti i gruppi che hanno collaborato al risultato, al governo, ai relatori Bordo e Ianaro che hanno saputo fare un eccellente lavoro di ascolto e sintesi delle propose e all’ex ministro Giulia Grillo che l’ha fortemente voluto.

Sono certa riusciremo a dare molto presto al Paese questa importantissima legge.
Lo dobbiamo a tutti coloro che ogni giorno con professionalità e passione tutelano la nostra salute.

ASTE GIUDIZIARIE, LOREFICE (M5S): “APPROVATO EMENDAMENTO PER IMPEDIRE SLOGGIO PRIMA DELLA VENDITA”

“Ieri abbiamo compiuto un ulteriore passo avanti per la tutela dei cittadini che hanno immobili pignorati.” È quanto dichiara  la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice (M5S), che spiega: “Le Commissioni congiunte Affari Costituzionali e Bilancio hanno approvato un emendamento del M5S, al decreto milleproroghe, con il quale si estende anche a chi ha una procedura esecutiva in corso al febbraio 2019 il diritto a restare nella propria abitazione fino alla conclusione della vendita. Questa norma amplia una misura che avevamo introdotto nel Decreto Semplificazioni dello scorso anno, ma che riguardava solo le procedure esecutive nuove e non quelle già in corso. 
Sono molto soddisfatta- prosegue Lorefice- che sia stato compiuto un atto di giustizia per aiutare tante famiglie e impedire che vengano costrette a sloggiare anzitempo da un immobile che costituisce la loro abitazione principale. Ora la norma dovrà essere confermata nei passaggi in Aula di Montecitorio e in Senato.
Ringrazio il governo per aver mostrato sensibilità e i colleghi, in particolare Daniele Pesco (M5S), presidente della Commissione Bilancio del Senato, che ha svolto un grande lavoro sul tema delle aste giudiziarie, che sta portando i suoi frutti.
L’emendamento approvato ieri, infatti, si aggiunge ad altre importanti norme che siamo riusciti ad introdurre in questi mesi grazie all’impegno e alla tenacia del nostro gruppo: il “fondo salva case”  nella legge di bilancio e la norma “blocca aste”,  nel decreto fiscale.
Sono tutte misure finalizzate a superare una vera emergenza sociale, che si evidenzia drammaticamente nel nostro territorio. Desideriamo più che mai offrire un aiuto a tanti cittadini onesti, per impedire che a causa dei debiti provocati dalla crisi economica, si vedano togliere un bene primario come la casa.” Conclude Lorefice

SALARIO MINIMO ORARIO

L’Italia non può restare indietro rispetto al resto dell’Unione. Dobbiamo agire al più presto, a livello nazionale ed europeo, affinché i lavoratori italiani recuperino e possano finalmente avere la garanzia di un compenso adeguato al lavoro svolto. Il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, già firmataria di un disegno di legge sul salario minimo al Senato, è al lavoro per presentare una proposta. Il 2020 sarà l’anno svolta anche per l’Italia.

https://www.ilblogdellestelle.it/2020/02/salario-minimo-in-francia-1-539-euro-in-germania-1-584-in-italia-non-ce.html

Due milioni di euro per medici e ricercatori dell’Istituto “Spallanzani” di Roma

Due milioni di euro per medici e ricercatori dell’Istituto “Spallanzani” di Roma.

In Commissione Bilancio e Affari Costituzionali della #Camera abbiamo approvato un emendamento al Decreto Milleproroghe che prevede il finanziamento di 2 MILIONI DI EURO all’Istituto nazionale per le malattie infettive “Spallanzani” di Roma.

In questo modo supportiamo l’attivazione e l’operatività dell’unità per alto isolamento e sosteniamo l’importante lavoro che i medici e i ricercatori svolgono quotidianamente, soprattutto in questi giorni di emergenza per il #coronavirus.

Lo stesso emendamento concede inoltre più tempo allo “Spallanzani” per il completamento delle iniziative correlate ai lavori di ammodernamento.

Medici e ricercatori hanno bisogno di supporto urgente.