In evidenza

BAPR. Lorefice (M5s), “Oggi a Ragusa Tavolo con il sottosegretario Villarosa”

Oggi alle ore 15.00, presso la Sala Convegni del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, il sottosegretario al Ministero dell’Economia e Finanze, Alessio Villarosa, parteciperà al Tavolo di confronto con i risparmiatori della Banca Agricola Popolare di Ragusa”. Lo riferisce la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati, Marialucia Lorefice (m5s), che interverrà alla riunione insieme al sottosegretario al ministero del Lavoro, Stanislao Di Piazza, ai deputati Maria Marzana, Paolo Ficara, Eugenio Saitta, Filippo Scerra, al senatore Pino Pisani, al parlamentare europeo Ignazio Corrao e alla deputata regionale Stefania Campo.

“Siamo grati al sottosegretario Villarosa – prosegue la presidente – per aver mantenuto vigile l’attenzione in questo anno sulle delicate vicende della Bapr che coinvolgono moltissimi azionisti del nostro territorio, e per aver lavorato insieme a noi parlamentari, confrontandosi con i vertici della Banca Agricola e della Banca d’Italia, per individuare le più efficaci soluzioni a tutela dei risparmi di tanti onesti lavoratori.

L’incontro segue una serie di Tavoli che si sono svolti nei mesi scorsi sia a Ragusa sia presso il Ministero dell’Economia e sarà utile per fornire agli azionisti gli ultimi utili aggiornamenti.” Conclude Lorefice

In evidenza

NEL DECRETO MILLEPROROGHE ALTRO IMPORTANTE PASSO IN AVANTI A SOSTEGNO DEI LIBERI CONSORZI COMUNALI

Approvato in Commissione congiunta Affari costituzionali-Bilancio l’emendamento che permette di prorogare anche per il 2020 la possibilità per i Liberi Consorzi comunali e le città metropolitane di approvare un bilancio annuale senza la necessità di ricorrere a quello triennale, di certo più complesso.

Tale emendamento ripartisce anche gli 80 milioni di euro che erano stati già stanziati nella legge di bilancio a dicembre, risorse che dal 2020 in poi alleggeriranno il cosiddetto prelievo forzoso previsto per questi enti intermedi.

Una riduzione pari a 5,55 milioni nel caso del il libero Consorzio Comunale di Ragusa su cui l’ente potrà contare anche negli anni a venire, un passo avanti importantissimo, un reale sostegno che gli permetterà di garantire servizi essenziali come la manutenzione delle strade provinciali, delle scuole ⤵️

http://bit.ly/2Ss0z8j

In evidenza

AGGRESSIONI SUGLI OPERATORI SANITARI E SOCIO-SANITARI APPROVATO DDL IN COMMISSIONI RIUNITE AFFARI SOCIALI-GIUSTIZIA

Di Marialucia Lorefice

Giovedì scorso in Commissioni riunite Affari Sociali e Giustizia abbiamo dato il via libera al Ddl sulla sicurezza del personale sanitario e sociosanitario.

Ecco cosa prevede:

-si istituisce un Osservatorio che avrà il compito di monitorare gli episodi di violenza;

-viene istituito un comma all’articolo 583 del Codice penale sulle lesioni personali, introducendo quelle gravi (da 4 a 10 anni) e gravissime (da 8 a 16 anni);

-no alla qualifica di pubblico ufficiale per medici e personale sanitario e socio-sanitario in servizio, ma sì a tutte le tutele che la qualifica di pubblico ufficiale comporta, ossia procedibilità di ufficio e aggravio delle pene per chi commette aggressioni ai loro danni;

-viene previsto che nei processi di aggressione nei confronti degli operatori sanitari e sociosanitari nell’esercizio delle loro funzioni, le Aziende sanitarie avranno l’obbligo di costituirsi parte civile;

-formazione e prevenzione gli altri due caposaldi del testo, oltre alla previsione nei piani di sicurezza di protocolli operativi con le forze dell’ordine per garantire interventi tempestivi.

L’approdo in aula del ddl è previsto il prossimo 21 febbraio.

Si tratta di un provvedimento atteso.
Un sentito grazie a tutti i gruppi che hanno collaborato al risultato, al governo, ai relatori Bordo e Ianaro che hanno saputo fare un eccellente lavoro di ascolto e sintesi delle propose e all’ex ministro Giulia Grillo che l’ha fortemente voluto.

Sono certa riusciremo a dare molto presto al Paese questa importantissima legge.
Lo dobbiamo a tutti coloro che ogni giorno con professionalità e passione tutelano la nostra salute.

In evidenza

ASTE GIUDIZIARIE, LOREFICE (M5S): “APPROVATO EMENDAMENTO PER IMPEDIRE SLOGGIO PRIMA DELLA VENDITA”

“Ieri abbiamo compiuto un ulteriore passo avanti per la tutela dei cittadini che hanno immobili pignorati.” È quanto dichiara  la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice (M5S), che spiega: “Le Commissioni congiunte Affari Costituzionali e Bilancio hanno approvato un emendamento del M5S, al decreto milleproroghe, con il quale si estende anche a chi ha una procedura esecutiva in corso al febbraio 2019 il diritto a restare nella propria abitazione fino alla conclusione della vendita. Questa norma amplia una misura che avevamo introdotto nel Decreto Semplificazioni dello scorso anno, ma che riguardava solo le procedure esecutive nuove e non quelle già in corso. 
Sono molto soddisfatta- prosegue Lorefice- che sia stato compiuto un atto di giustizia per aiutare tante famiglie e impedire che vengano costrette a sloggiare anzitempo da un immobile che costituisce la loro abitazione principale. Ora la norma dovrà essere confermata nei passaggi in Aula di Montecitorio e in Senato.
Ringrazio il governo per aver mostrato sensibilità e i colleghi, in particolare Daniele Pesco (M5S), presidente della Commissione Bilancio del Senato, che ha svolto un grande lavoro sul tema delle aste giudiziarie, che sta portando i suoi frutti.
L’emendamento approvato ieri, infatti, si aggiunge ad altre importanti norme che siamo riusciti ad introdurre in questi mesi grazie all’impegno e alla tenacia del nostro gruppo: il “fondo salva case”  nella legge di bilancio e la norma “blocca aste”,  nel decreto fiscale.
Sono tutte misure finalizzate a superare una vera emergenza sociale, che si evidenzia drammaticamente nel nostro territorio. Desideriamo più che mai offrire un aiuto a tanti cittadini onesti, per impedire che a causa dei debiti provocati dalla crisi economica, si vedano togliere un bene primario come la casa.” Conclude Lorefice
In evidenza

SALARIO MINIMO ORARIO

L’Italia non può restare indietro rispetto al resto dell’Unione. Dobbiamo agire al più presto, a livello nazionale ed europeo, affinché i lavoratori italiani recuperino e possano finalmente avere la garanzia di un compenso adeguato al lavoro svolto. Il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, già firmataria di un disegno di legge sul salario minimo al Senato, è al lavoro per presentare una proposta. Il 2020 sarà l’anno svolta anche per l’Italia.

https://www.ilblogdellestelle.it/2020/02/salario-minimo-in-francia-1-539-euro-in-germania-1-584-in-italia-non-ce.html

In evidenza

Due milioni di euro per medici e ricercatori dell’Istituto “Spallanzani” di Roma

Due milioni di euro per medici e ricercatori dell’Istituto “Spallanzani” di Roma.

In Commissione Bilancio e Affari Costituzionali della #Camera abbiamo approvato un emendamento al Decreto Milleproroghe che prevede il finanziamento di 2 MILIONI DI EURO all’Istituto nazionale per le malattie infettive “Spallanzani” di Roma.

In questo modo supportiamo l’attivazione e l’operatività dell’unità per alto isolamento e sosteniamo l’importante lavoro che i medici e i ricercatori svolgono quotidianamente, soprattutto in questi giorni di emergenza per il #coronavirus.

Lo stesso emendamento concede inoltre più tempo allo “Spallanzani” per il completamento delle iniziative correlate ai lavori di ammodernamento.

Medici e ricercatori hanno bisogno di supporto urgente.

In evidenza

Aste giudiziarie, luci e ombre

Le indagini di questi giorni mettono ancora una volta in luce l’ampio e complesso problema delle aste giudiziarie spesso condotte in modo poco trasparente e al ribasso. Una piaga che affligge il nostro Paese.

La battaglia che stiamo conducendo ha già portato alcuni risultati molto importanti.

Ne parlo qui ⤵️

Quotidiano “La Sicilia” 8-2-2020

In evidenza

Di Marialucia Lorefice

Martedì con i deputati e i senatori delM5S delle Commissioni Affari Sociali e Sanità di Camera e Senato abbiamo incontrato il Team dei Facilitatori Sanità del M5S, composto da: Valeria Ciarambino Sabino Tota Walter Mazzucco Andrea Greco Daniela Bombardi Giovanni Endrizzi e Mariolina Castellone.

E’ stato un utile momento di confronto sugli obiettivi raggiunti dal M5S in Sanità, sul lavoro che ancora c’è da fare e sulle modalità più efficaci per far conoscere la nostra attività ai territori.

Il programma del Team Sanità punta su 5 priorità:

🔺Creare una Rete territoriale per condividere le best practises in sanità;

🔺Attività di formazione e informazione rivolte a portavoce ed attivisti;

🔺Iniziative nazionali in tema di diritto alla salute;

🔺Iniziative anche locali in tema di prevenzione e sostenibilità del SSN;

🔺Incontro nazionale con visione della sanità in prospettiva futura.

Il Team dei facilitatori ha l’obiettivo di migliorare il coordinamento tra le nostre azioni a tutti i livelli, sempre nell’interesse dei cittadini; questi ultimi sono al centro del nostro lavoro.

Abbiamo posto questo sistema di rete e scambio alla base del processo di riorganizzazione del nostro Movimento.

In evidenza

Lorefice e Sarli incontrano Altroconsumo

Di Marialucia Lorefice

Ieri, insieme alla collega Doriana Sarli, abbiamo incontrato i rappresentanti di Altroconsumo la più grande organizzazione per la tutela dei consumatori in Italia che da oltre 40 anni si impegna a fornire risposte quotidiane, grazie al supporto di più di 350.000 consumatori che scelgono i suoi prodotti e i suoi servizi.

Abbiamo discusso di sigarette elettroniche e dei nuovi dispositivi per il fumo, e di come sia importante difendere i più giovani da un determinato marketing realizzato utilizzando in particolar modo i social network.

Occorre sensibilizzare l’opinione pubblica in un’ottica di prevenzione e valutare se siano necessarie modifiche normative in materia di pubblicità.

Continueremo a mantenere alta l’attenzione e valuteremo gli spunti che ci arriveranno, come quelli emersi nell’incontro odierno con Altroconsumo.

In evidenza

“Facciamo Ecoscuola”, Lorefice (M5S): “Per la Sicilia stanziati 300 mila euro” C’è tempo fino al 29 febbraio

“Facciamo Ecoscuola”, Lorefice (M5S): “Per la Sicilia stanziati 300 mila euro”

Con ‘Facciamo EcoScuola’ investiamo su un tema che sta molto a cuore ai giovani: l’ambiente e la salvaguardia del pianeta.

Alla Sicilia saranno destinati 299.094,19 mila euro. Tutte le scuole pubbliche d’Italia potranno inviare entro il 15 gennaio il loro progetto orientato a raggiungere uno di questi obiettivi: riduzione dell’impronta ecologica, interventi di messa in sicurezza dei locali scolastici, promozione della mobilità sostenibile, educazione ambientale, rigenerazione degli spazi, organizzazione di giornate per la sostenibilità.

Una scuola ecosostenibile è possibile e noi ci crediamo. Per questo sosterremo progetti che mirino alla salvaguardia degli istituti scolastici nel rispetto dell’ambiente. Azioni che, oltre a difendere il territorio, sono a favore della salute pubblica. Un progetto da solo non salverà il mondo ma tanti piccoli progetti messi insieme possono.

In evidenza

IN ARRIVO 100 MILIONI IN FAVORE DEI COMUNI

Con lo sblocco di 100 milioni di euro a favore dei #comuni italiani il nostro Governo dimostra ancora una volta di essere dalla parte dei sindaci e vicino alle comunità locali, vero fulcro del nostro Paese.

Queste risorse significative vanno ad incrementare il Fondo di Solidarietà Comunale per il 2020, così da aiutare gli enti locali a superare le criticità e a garantire servizi essenziali ai cittadini.

A questo stanziamento seguiranno ulteriori investimenti fino ad arrivare ai 564 milioni di euro che abbiamo previsto nella Legge di Bilancio 2020.

Il sostegno ai territori e ai sindaci dei comuni italiani resta al centro dell’azione dei nostri ministri e dei nostri parlamentari.

In evidenza

Nel corso della settimana in Commissione Affari Sociali:

– Esame delle proposte di legge recanti “Delega al Governo per riordinare e potenziare le misure a sostegno dei figli a carico attraverso l’ #assegnounico e la dote unica per i servizi”;

– Comitato ristretto e sede referente per l’esame delle proposte di legge recanti “Norme per il sostegno della ricerca e della produzione dei #farmaciorfani e della cura delle #malattierare”;

– interrogazioni a risposta immediata su questioni di competenza del Ministero del #lavoro e delle #politichesociali.

Entra nel vivo l’esame del Milleproroghe:

http://www.quotidianosanita.it/m/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=80895&fr=n

In evidenza

ISPICA NELLA TASK FORCE NAZIONALE DEL TEAM DEL FUTURO, UN COMPONENTE DEL MEETUP M5S CITTADINO NEL TEAM “AFFARI EUROPEI E POLITICHE ESTERE”

Nell’ottica della riorganizzazione del Movimento 5 Stelle poche settimane fa sono stati scelti, tramite votazione su Rousseau, sei “facilitatori organizzativi nazionali” e 12 “membri del team futuro”, i quali coordineranno le aree tematiche nelle quali verranno discusse ed elaborate le proposte politiche del Movimento.

La sfida sul corretto utilizzo dei Fondi Europei, da sempre un tema centrale nel Movimento, verrà affrontata dal Team “Affari esteri e politiche europee”.  All’interno della sub-task force “Progetti Europei”, infatti, un pool di esperti monitorerà le fonti di finanziamento disponibili a livello europeo e le renderà accessibili ai cittadini. In questo team sarà presente anche la dott.ssa Natalia Carpanzano (nella foto in allegato), ispicese, da diversi anni impegnata sul fronte della progettazione europea per privati ed Enti Pubblici.

“Questa opportunità è di fondamentale importanza per la nostra comunità”, commenta la dott.ssa Carpanzano, “Il mio coinvolgimento in questo team nazionale non solo ripaga del lavoro svolto dal Meetup ispicese in questi anni (per esempio con l’attivazione di uno Sportello Informativo gratuito per i cittadini) ma permetterà anche in futuro ad ogni cittadino ispicese di poter usufruire di informazioni e supporto per utilizzare i fondi a disposizione”.

“Sebbene anche il Comune di Ispica abbia una cronica carenza di fondi – commenta l’on.Marialucia Lorefice (M5S)- la proposta di aprire uno Sportello Europa non è mai stata presa in considerazione, malgrado diversi Comuni limitrofi abbiano organizzato cose simili in passato. Siamo fortemente convinti che questo tipo di assetto organizzativo permetterà al nostro Comune di uscire presto dalle sabbie mobili di facili dissesti. Questa nostra proposta, già presente nel nostro programma elettorale, verrà portata avanti con forza dal nostro candidato Sindaco e da tutta la squadra”.


In evidenza

SCUOLE PROVINCIA RAGUSA, LOREFICE (M5S): “DA NOSTRO GOVERNO INVESTIMENTI PER VERIFICHE SOLAI E CONTROSOFFITTI”


“Sono molto soddisfatta che il nostro Governo abbia messo a disposizione della provincia di Ragusa ben 373.900 euro per il finanziamento delle verifiche e delle indagini diagnostiche sui solai e controsoffitti degli istituti scolastici.” Lo riferisce la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati Marialucia Lorefice (M5s), che spiega: “La maggior parte dei comuni della nostra provincia ha aderito al bando del MIUR dello scorso ottobre che prevedeva lo stanziamento di oltre 65 milioni di euro per la sicurezza delle scuole, attraverso le verifiche strutturali tese a scongiurare principalmente i crolli di intonaco dai soffitti, purtroppo molto frequenti nel nostro Paese.

Si tratta di una misura immediata per offrire un sostegno concreto agli enti locali. 

Con Decreto direttoriale del Miur – prosegue Lorefice – l’8 gennaio scorso è stata pubblicata la graduatoria dei comuni che potranno beneficiare di questi contributi, così ripartiti nella nostra provincia: 128.000 euro a Ragusa14.000 euro ad Acate21.000 euro a Chiaromonte Gulfi32.900 euro a Comiso14.000 euro a Giarratana63.000 euro a Modica14.000 euro a Monterosso Almo35.000 euro a Pozzallo17.000 euro a Santa Croce Camerina e 35.000 euro a Vittoria.

Massima è l’attenzione che riserviamo all’edilizia scolastica: solo partendo dalla realizzazione di scuole sicure e confortevoli possiamo garantire realmente il diritto allo studio dei nostri ragazzi e rasserenare le loro famiglie.” Conclude la deputata iblea
In evidenza

ABBIAMO APPROVATO LA LEGGE PER UTILIZZO TESSUTI ‘POST MORTEM’, E’ PASSO AVANTI PER LA SCIENZA

La nostra Commissione #AffariSociali ha appena approvato in via definitiva il provvedimento sulla #donazione del corpo umano dopo la morte, che aveva già avuto il via libera del Senato.

Sono felice di questo importante risultato, raggiunto grazie alla collaborazione di tutti i gruppi parlamentari, uniti nell’intento di dare al Paese una misura di cui si aveva bisogno da tempo.

Quella sul #postmortem è infatti una legge fondamentale per la ricerca scientifica e per la formazione dei medici, oltre che un grande contributo per la riduzione della sperimentazione animale: con il via libera di oggi, la scienza compie un altro grande passo in avanti.

In evidenza

Lorefice (M5S): “Da Speranza rassicurazioni su misure di prevenzione”

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha riferito in Commissione Affari Sociali sulle iniziative adottate per prevenire la diffusione del Coronavirus.

L’articolo sul Quotidiano Sanità

http://www.quotidianosanita.it/m/governo-e-parlamento/articolo.php?approfondimento_id=14353

In evidenza

Lorefice e Pisani (M5S): “Approvato Fondo Salva Casa, un aiuto ai cittadini a rischio pignoramento”

“La manovra finanziaria di quest’anno – dichiarano la Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice (M5S) e il senatore Pino Pisani (M5S), segretario di Presidenza del Senato- presenta un’importante misura a tutela dei soggetti in difficoltà economiche che non riuscendo a far fronte ai propri debiti con le banche rischiano di veder svenduta la propria casa all’asta. Quest’ultimo è un triste fenomeno purtroppo assai diffuso anche in provincia di Ragusa, che si è accentuato negli ultimi anni, e sul quale non abbiamo mai spento i riflettori. Continuiamo a lavorare per dare le dovute risposte a chi le attende da tempo.
Per mettere un freno a questa drammatica speculazione abbiamo approvato l’emendamento che istituisce il ‘Fondo Salve casa’ che porta la prima firma del senatore Daniele Pesco (M5S), Presidente della Commissione Bilancio del Senato. La norma approvata permette la creazione di società di cartolarizzazione che, anziché essere gestite da banche o enti finanziari privati, avranno finalità sociale e saranno affidate a specifiche associazioni e Onlus.
Si tratta di una novità molto importante, perché ad oggi le società di cartolarizzazione si finanziano sul mercato emettendo obbligazioni e con le risorse raccolte acquistano pacchetti di crediti dalle banche con immobili a garanzia, immobili che poi vengono rivenduti all’asta a prezzi molto inferiori rispetto a quelli di acquisto delle famiglie.
Ciò in genere comporta lo sfratto immediato della famiglia che tra l’altro quasi sempre deve continuare a pagare la banca creditrice, perché la vendita dell’immobile non sarà sufficiente ad estinguere il prestito. Con l’emendamento approvato vogliamo mettere fine a questo meccanismo perverso aiutando tanti cittadini in difficoltà.
Grazie al ‘Fondo Salva Casa’ – proseguono – le società di cartolarizzazione a finalità sociale potranno acquistare crediti e case dalle banche, ma i proprietari non saranno costretti ad uscire; potranno continuare a vivere nell’appartamento corrispondendo un affitto. Allo stesso tempo la famiglia avrà la possibilità in seguito di riacquistare l’immobile ad un prezzo molto vicino a quello pagato dalla società di cartolarizzazione e dunque senza speculazioni. Si tratta di una misura equa che soddisfa i diversi attori in gioco: le famiglie, le banche e gli investitori.
Con questo provvedimento vogliamo in primo luogo porre un argine alla deriva delle aste immobiliari, offrendo un sostegno reale a tante persone oneste che a causa della crisi rischiano di perdere un tetto sopra la testa.
Inoltre, nel decreto Milleproroghe, in discussione alla Camera, – aggiungono Pisani e Lorefice – il Movimento 5 stelle ha presentato un emendamento che punta a rafforzare quanto fatto nella legge di Bilancio, prevedendo l’obbligo di adeguata verifica sui gestori della vendita di case e aziende all’asta; una banca dati dei compratori e dei venditori delle case all’asta; il divieto di sgombro da case non ancora cedute in asta, per le quali le procedure sono in corso.
L’auspicio -concludono i parlamentari iblei che da tempo, anche attraverso incontri con cittadini e autorità locali, stanno seguendo l’emergenza legata alle aste immobiliari al ribasso -è che queste misure studiate dal Parlamento possano contribuire a superare un’emergenza dai risvolti anche sociali molto gravi”.
In evidenza

Lorefice (m5s): “9 milioni alla Sicilia per adeguamento anticendio scuole”

“Il nostro Governo sta lavorando con una serie di misure e importanti stanziamenti alla messa in sicurezza delle scuole, attraverso la previsione di interventi quali tra gli altri l’adeguamento antisismico, l’efficientamento energetico o le verifiche preventive per evitare crolli di solai e controsoffitti. 

In questi giorni è stato pubblicato dal MIUR l’avviso per la concessione di contributi in favore degli enti locali per l’adeguamento alla normativa antincendio degli edifici scolastici, con un finanziamento di 98 milioni di euro.” Lo dichiara la deputata del m5s Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati, che spiega nel dettaglio: “Per la Sicilia sono previsti oltre 9 milioni di euro ripartiti in tre anni. Ogni scuola potrà fruire di un contributo di massimo 70.000 euro per il primo ciclo di istruzione e di 100.000 euro per il secondo ciclo di istruzione. 

Gli interventi dovranno essere presentati dagli enti locali interessati entro il prossimo 27 febbraio.

La selezione delle candidature avverrà sulla base di criteri quali: vetustà degli edifici; numero di studenti presenti nell’edificio scolastico; livello previsto di adeguamento alla normativa antincendio che si intende conseguire con il contributo richiesto; eventuale quota di cofinanziamento.

Ringrazio il Governo – prosegue Lorefice –  per l’attenzione che ancora una volta dimostra nei confronti dei nostri studenti, insegnanti e personale scolastico, agendo su diversi piani di intervento al fine di sostenere gli enti locali nei progetti di messa in sicurezza delle scuole di ogni ordine e grado. 

Questa è la strada tracciata dal Movimento 5 Stelle per dare un sostegno concreto ai nostri sindaci e per assicurare mediante la formazione scolastica un futuro alle nuove generazioni”. Conclude la deputata iblea.


In evidenza

Sviluppo Sostenibile, Lorefice (M5S): “Firmata la ripartizione delle risorse per i Comuni. 1 milione e 300 mila euro annui alla provincia di Ragusa”

“Come annunciato nei mesi scorsi i Comuni ragusani potranno beneficiare di 1 milione e 300 mila euro annui, dal 2020 al 2024 per opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile, grazie alle misure contenute nella Legge di Bilancio 2020.”
E’ quanto riferisce la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, Marialucia Lorefice (M5S)che spiega:
“Già nel 2019 grazie alla ‘Norma Fraccaro’, contenuta nel Decreto Crescita, avevamo dato la possibilità a tutti i Comuni italiani di poter usufruire dei contributi governativi per la realizzazione di progetti locali stanziando 500 milioni complessivi; nella Legge di Bilancio recentemente approvata, abbiamo reso strutturale per i prossimi anni questa misura.
Gli stessi Comuni – prosegue Lorefice – entro il prossimo 10 febbraio riceveranno comunicazione dell’importo loro spettante, calcolato sulla base della popolazione residente. 
Posso anticipare che – come previsto dal decreto ministeriale di assegnazione delle risorse firmato il 14 gennaio dal Capo dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell’interno – alla nostra provincia andranno:
– 50 mila euro a Giarratana e Monterosso Almo; 
– 70 mila euro a Chiaramonte Gulfi; 
– 90 mila euro ad Acate, Ispica, Pozzallo e Santa Croce Camerina; 
– 130 mila euro a Comiso e Scicli; 
– 170 mila euro a Modica, Ragusa e Vittoria.
I Comuni beneficiari avranno l’obbligo di iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 settembre 2020 e potranno realizzare opere pubbliche finalizzate all’efficientamento dell’illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici pubblici, all’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, allo sviluppo della mobilità sostenibile. Si potranno, inoltre, presentare progetti per la messa in sicurezza delle scuole e di altri edifici pubblici e comunali, puntando, ad esempio, alla rimozione delle barriere architettoniche.
Attraverso queste ed altre misure contenute nella Legge di Bilancio, il nostro Governo e il Parlamento vogliono testimoniare una forte attenzione nei confronti dei comuni, ben consapevoli delle difficoltà economiche che incontrano le amministrazioni locali per offrire adeguati servizi ai cittadini e per creare città più sicure, vivibili ed ecosostenibili.” Conclude la deputata iblea.
In evidenza

Lorefice (m5s): “7.5 milioni di euro alla provincia di Ragusa per interventi di messa in sicurezza degli edifici e del territorio”

Incremento risorse ai comuni per nuovi interventi fino al 2034

“La messa in sicurezza del territorio nazionale è una priorità che il nostro Governo sta perseguendo al fine di ridurre il rischio idrogeologico e favorire la prevenzione. L’obiettivo è quello di scongiurare le drammatiche conseguenze che gli eventi metereologici avversi hanno provocato in questi anni.” E’ quanto afferma la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, Marialucia Lorefice (M5S), che riferisce:

“Siamo molto soddisfatti che sia stato firmato il decreto interministeriale del ministero dell’interno di concerto con il MEF con il quale vengono assegnati 5 milioni di euro al Comune di Modica e 2.5 milioni di euro al comune di Pozzallo per la realizzazione di 9 interventi complessivi di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Le risorse sono state assegnate ai comuni che hanno presentato richiesta di contributo entro il 15 settembre del 2019, sulla base di progetti inseriti in uno strumento programmatorio, come previsto dalle norme della Legge di Bilancio 2019, (approvata il 30 dicembre 2018), volte a supportare i Comuni nei progetti di recupero del territorio, tesi a: ridurre il rischio idrogeologico, mettere in sicurezza strade, ponti e viadotti, mettere in sicurezza edifici, con precedenza per quelli scolastici.

Si tratta, dunque, di opere già programmate dai Comuni prima dei danni alluvionali dei mesi scorsi. Ci sono buone notizie anche per gli altri Comuni -aggiunge la parlamentare iblea che spiega- nella legge di Bilancio 2020 recentemente approvata, abbiamo incrementato da 4.9 a 8.8 miliardi di euro gli stanziamenti per la concessione di contributi ai comuni per la messa in sicurezza degli edifici e dei territori, includendo l’efficientamento energetico dei fabbricati tra le opere finanziabili. Inoltre, abbiamo ampliato l’ambito temporale di applicazione della norma, prevedendo risorse fino al 2034.

L’articolo 1, comma 38 della Legge di Bilancio 2020 specifica nel dettaglio le condizioni per l’ammissibilità delle richieste di contributo da parte dei Comuni, prevedendo l’esclusione per quelli che risultano beneficiari in uno degli anni del biennio precedente. 

Questa misura rappresenta, dunque, un’ulteriore opportunità per gli enti locali, e mi auguro venga sfruttata appieno dai sindaci del nostro territorio che quest’anno hanno dovuto fronteggiare i pensanti danni provocati dalle violente alluvioni.

L’auspicio è che si investa sempre più nella prevenzione, sfruttando le risorse messe a disposizione dal nostro Governo.” Conclude Lorefice

 

In evidenza

Lorefice (M5S): “Alla Sicilia 107 milioni di euro per eliminare l’amianto da scuole e ospedali”

«L’amianto via dall’Italia. Via dalla Sicilia. I soldi adesso ci sono. Si attivino le Regioni>>. Così la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice (M5S) riprendendo le parole del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa (M5S) che ha presentato il decreto con il quale si prevede l’assegnazione di 385 milioni di euro alle Regioni, 107 dei quali alla Sicilia, al fine di eliminare l’amianto da scuole e ospedali.

 

         «Facciamo in modo che le misure del decreto trovino attuazione –sottolinea la parlamentare iblea del M5S – Adesso i fondi ci sono. È necessario eliminare l’amianto dai luoghi sensibili, dagli ospedali e scuole.

 

Il ministro Costa ha definito l’amianto “Il peggior killer dell’ambiente” e io non posso che condividere dato l’impatto devastante che ha sulla salute pubblica su tutto il territorio italiano. Abbiamo ancora 2400 scuole pubbliche con l’amianto. Non è ammissibile.

“Il Piano di bonifica amianto” – evidenzia la parlamentare Lorefice – previsto nel secondo Addendum al Piano operativo “Ambiente” approvato dal Cipe nel 2016 è stato finalmente adottato con un provvedimento dalla Direzione generale competente del ministero dell’Ambiente.

La progettazione dovrà essere fatta dalle Regioni e se queste dovessero avere necessità di un supporto dei tecnici del Ministero dell’Ambiente potranno chiederlo. Secondo il piano, infatti, gli interventi dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre 2025. L’amianto si porta dietro 5000 mila vittime l’anno. L’importante –conclude Lorefice- è toglierlo e, adesso, ci sono le condizioni per poterlo fare>>. 

In evidenza

7.5 MILIONI ALLA PROVINCIA DI RAGUSA PER INTERVENTI CONTRO IL DISSESTO IDROGEOLOGICO

Di Marialucia Lorefice

Con decreto del Ministero dell’Interno di concerto con il Ministero dell’Economia, sono stati assegnati:

▪️5 milioni di euro al comune di #Modica

▪️2.5 milioni di euro al comune di #Pozzallo

per 9 interventi complessivi di messa in sicurezza degli edifici e del territorio.

I progetti erano stati presentati entro il 15 settembre dello scorso anno.

I fondi si riferiscono infatti a risorse che avevamo inserito nella Legge di bilancio 2019, necessarie per il recupero del territorio nazionale sempre più devastato dal dissesto idrogeologico.

Attraverso questi interventi che riguardano l’edilizia pubblica, la manutenzione e la messa in sicurezza della rete viaria mi auguro si possano limitare quanto più possibile i danni provocati da eventi metereologici avversi.

L’ulteriore buona notizia è che nella Legge di bilancio 2020, da poco approvata, abbiamo previsto un incrementato delle risorse per la messa in sicurezza dei nostri comuni, dando la possibilità ad altri territori a rischio idrogeologico di accedere ai contributi del governo.

In evidenza

M5S, Presidenti Commissione alla Camera: “Risparmiamo 1 milione di euro”

“In merito all’articolo de “Il Tempo” di questa mattina, dal titolo ‘I furbetti a 5 stelle fanno il bis’, vorremmo precisare che grazie alle nostre rinunce, le casse dello Stato, da inizio legislatura, hanno risparmiato la bellezza di circa 1 milione di euro”, si legge in una nota dei presidenti M5s delle commissioni della Camera.

“Tra commissioni permanenti e speciali – si ricorda – siamo in 21, se anche tutti i nostri colleghi degli altri partiti che ricoprono ruoli negli uffici di presidenza seguissero il nostro esempio segnerebbero un ulteriore, importante passo in avanti nella lotta agli sprechi e ai privilegi in politica”.

“Il Movimento 5 stelle nel suo complesso ha restituito, rinunciato o donato, da quando ha fatto il suo ingresso nelle istituzioni, a piu’ di 100 milioni di euro, soldi che in parte sono gia’ stati redistributi ai cittadini, che hanno fatto nascere imprese attraverso il microcredito o hanno aiutato popolazioni in difficolta’. Noi di questo andiamo fieri e nessun articolo da quattro soldi ci togliera’ questo orgoglio”

In evidenza

Impianto Biometano, Lorefice: “Abbiamo chiesto un’istruttoria”

Di Marialucia Lorefice

Ho partecipato all’assemblea cittadina organizzata dal CPSA di Pozzallo sulla questione dell’impianto di biogas previsto nel territorio di Modica, a poche centinaia di metri dalla città di Pozzallo.

Nel mio intervento ho fatto presente che pur non avendo il ministro dell’Ambiente competenza in materia, sia io che il collega Pino Pisani abbiamo sottoposto la questione al ministero e chiesto di avviare un’istruttoria presso gli uffici di competenza.

L’impegno è evidente anche a livello regionale ed è stato sottolineato dalla collega Stefania Campo.

Si tratta di un argomento molto sentito. La straordinaria partecipazione all’incontro ne è la testimonianza!

Auspico possa essere avviato un proficuo dialogo tra le amministrazioni interessate e quelle del comprensorio perché possa individuarsi un luogo consono dove poter spostare l’impianto.

Stasera, cittadini e istituzioni hanno dimostrato di essere uniti, e noi come rappresentanti del territorio dobbiamo dar voce alle legittime preoccupazioni che proprio dai cittadini ci arrivano.

Quotidiano “La Sicilia” 9-01-2020

In evidenza

Sanità, Lorefice: “Subito ok a ddl su sicurezza personale medico e sanitario”

Di Marialucia Lorefice

Gli episodi di violenza contro il personale medico e sanitario si ripetono con impressionante rapidità. Insieme alla presidente della commissione Giustizia, Francesca Businarolo, siamo convinte che serva approvare rapidamente il disegno di legge ora all’esame della Camera e che ha già avuto il via libera del Senato.

Questo prevede l’inasprimento delle pene per chi commette atti di violenza nei confronti di medici e operatori sanitari, l’istituzione di un Osservatorio nazionale sulla sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie e l’introduzione della procedibilità d’ufficio anche senza la querela da parte della vittima.

Ad inizio prossima settimana faremo un ufficio di presidenza congiunto nel quale valuteremo le strade possibili per dare seguito all’impegno che Governo e maggioranza intendono portare a termine.

Tutelare i nostri medici e operatori sanitari, che ogni giorno mettono a disposizione dei pazienti la loro professionalità, dalle vergognose aggressioni in costante crescita, è dovere che abbiamo e al quale occorre dare riscontro nel più breve tempo possibile.

In evidenza

Ispica, si lavora per farne una “Città tardo barocca del Val di Noto”

Ispica, grazie alle sue straordinarie bellezze, aspira a far parte delle Città tardo barocche del Val di Noto.

Un obiettivo che accomuna anche le città di Mazzarino e Acireale.

È per questo che ieri pomeriggio si è tenuto un incontro. Lo scopo è stato gettare le basi per un lavoro condiviso che possa portare al raggiungimento di questo riconoscimento.

In evidenza

Ragusa, Siracusa e Catania, Ficara e Lorefice (M5S): “Col Milleproroghe  fino a 160 milioni per il rimborso delle imposte a chi è stato colpito dal sisma del ‘90”

“Nel decreto Milleproroghe vengono incrementati i fondi disponibili per chi attende i rimborsi legati al sisma del 1990.  Interessate le  province siciliane di CataniaSiracusa e Ragusa”. Lo affermano  i parlamentari della Camera dei Deputati Paolo Ficara e Marialucia Lorefice.

“Nel corso di tutto il 2019, durante – spiegano i parlamentari – una serie di incontri pubblici svolti nelle province interessate, avevamo fatto il punto sugli aspetti normativi e giuridici di una vicenda che va avanti da troppi anni ormai, quasi 30, e preso atto della necessità di ulteriori risorse, ribadendo il nostro impegno e del Governo a trovare una soluzione per poter rimborsare tutti gli aventi diritto. Vogliamo ringraziare gli Uffici romani dell’Agenzia delle Entrate, con i quali in questi mesi abbiamo avviato un proficuo confronto”

“Basti ricordare infatti che dei 90 milioni stanziati – concludono Ficara e Lorefice – con la legge di bilancio del 2015, a fine 2018 ne erano stati liquidati circa 50 milioni. Grazie al confronto, alle sollecitazioni e al lavoro di tutti, nel corso del 2019 sono stati messi in pagamento i restanti 40 milioni. Serviva dunque mettere nuove risorse. Con impegno e lavoro, e grazie all’attenzione e all’impegno del Sottosegretario del ministero dell’Economia e delle Finanze, Alessio Villarosa, oggi possiamo dire di avere garantito e tutelato i nostri corregionali interessati ai rimborsi del sisma 90. Continuiamo a lavorare affinché i problemi che ci portiamo dietro da anni possano essere risolti”.

In evidenza

Comuni alluvionati, Lorefice(M5S): “Indennizzo a fondo perduto per cittadini e imprese duramente provati”

“Il nostro Governo continua a tenere alta l’attenzione sui territori colpiti dalle violente alluvioni dei mesi scorsi.

Il 20 dicembre a Palazzo Chigi è stato firmato un importante accordo tra la Banca Europea degli Investimenti e Cassa Depositi e Prestiti a supporto dei tanti interventi già intrapresi dalla protezione civile a favore dei territori alluvionati.”

E’ quanto riferisce in una nota la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, Marialucia Lorefice (M5S), che spiega: “Dopo il riconoscimento dello stato di emergenza, deliberato dal Cdm per la nostra provincia lo scorso 21 novembre, necessario ad avviare i primi interventi di massima urgenza da parte della protezione civile, ora il presidente Conte ha annunciato un’altra iniziativa economica a beneficio dei nostri cittadini, duramente provati dagli eventi calamitosi dei mesi scorsi.

Saranno, infatti, messi a disposizione 300 milioni di euro di finanziamenti, che si vanno ad aggiungere ai 230 già stanziati in passato, per interventi di ricostruzione di edifici privati e di attività economiche e produttive. 

Grazie a queste somme i singoli cittadini e gli imprenditori locali che hanno subito danni potranno chiedere alle banche un finanziamento  a fondo perduto, che non dovranno restituire nemmeno in un secondo momento perché cederanno alla banca il credito d’imposta cui avrebbero diritto.

Spero che gli abitanti della nostra provincia, colpiti dal disastro ambientale, non si lascino sfuggire questa preziosa opportunità per avviare la fase di ricostruzione e ridare impulso alle attività economiche e produttive nell’interesse della collettività, solo in questo modo sarà possibile un rapido ritorno alla vita quotidiana, come aveva auspicato il ministro Di Maio durante la recente visita in Sicilia.” Conclude Lorefice

 

In evidenza

Legge di Bilancio 2020 con un piano straordinario per le disabilità e il caregiver

Di Marialucia Lorefice

La Legge di Bilancio 2020 conferma il nostro impegno a favore delle persone con disabilità.

Parliamo di un piano straordinario di 1.3 miliardi in 3 anni, che serviranno a finanziare i diversi interventi a sostegno delle persone con disabilità, tra cui quelli per migliorare l’accesso al lavoro e per aiutare chi si prende cura di loro (i cosiddetti caregiver,familiari).

La mia dichiarazione al Fatto Quotidiano ⤵️

http://bit.ly/2Zfe7pn

In evidenza

LOREFICE (M5S): “APPROVATA LA RELAZIONE SULLA LEGGE DI BILANCIO DI CUI SONO STATA RELATRICE IN COMMISSIONE AFFARI SOCIALI”

Di Marialucia Lorefice

Sono stata relatrice della relazione sulle parti della Legge di Bilancio di competenza della XII Commissione, Affari Sociali.

Tante le misure riguardanti la materia sociosanitaria, il sostegno alla famiglia e alla natalità previste, indicatori dell’avvio di una tendenza positiva, in conformità con le politiche portate avanti dalla mia commissione.

Ricordo l’abolizione del cosiddetto “superticket”, al fine di promuovere maggiore equità nell’accesso alle cure, le misure che consentono di fronteggiare la grave carenza di personale nel settore sanitario e di garantire la continuità nell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza attraverso la stabilizzazione dei precari, le norme in favore del personale che svolge attività di ricerca sanitaria presso gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pubblici e gli Istituti zooprofilattici sperimentali (IZS), l’aumento del numero dei contratti di formazione specialistica dei medici, gli interventi in materia di edilizia sanitaria, con un incremento pari complessivamente a 2 miliardi di euro, le risorse finalizzate a favorire l’utilizzo di apparecchiature sanitarie da parte dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, volte al miglioramento del processo di presa in cura dei pazienti e alla riduzione del fenomeno delle liste d’attesa, l’attribuzione di risorse per garantire l’attuazione della legge n. 29 del 2019, sull’istituzione di una Rete nazionale dei registri dei tumori e dei sistemi di sorveglianza.

E ancora, le disposizioni riguardanti la tutela delle disabilità e dei soggetti più fragili, quali l’istituzione del “Fondo per la disabilità e la non autosufficienza”, con una dotazione complessiva per il prossimo triennio di 529 milioni di euro, l’incremento di 50 milioni di euro del Fondo per le non autosufficienze, l’incremento di 2 milioni di euro per l’anno 2020 della dotazione del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare (cosiddetto Fondo Dopo di noi), l’incremento di 5 milioni di euro per il 2020 del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili, l’esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria per i minori privi del sostegno familiare per i quali siano state attivate specifiche misure da parte dell’autorità giudiziaria, l’incremento di 4 milioni di euro, per il triennio 2020-2022, del Fondo per le pari opportunità, al fine di finanziare il Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere.

E poi, l’incremento del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili, l’istituzione del “Fondo assegno universale e servizi alla famiglia”, con una dotazione pari a 1.044 milioni di euro per l’anno 2021 e a 1.244 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2022, volto al sostegno e alla valorizzazione della famiglia nonché al riordino e alla sistematizzazione delle politiche in favore delle famiglie con figli, l’estensione dell’assegno di natalità (cosiddetto Bonus bebè) per ogni figlio nato o adottato nell’anno 2020, che diventa una prestazione ad accesso universale modulata sulla base delle diverse fasce di reddito, l’incremento del Bonus asilo nido, differenziato sula base delle soglie ISEE, la proroga per il 2020 dell’istituto del congedo obbligatorio di paternità, la cui durata viene elevata a sette giorni, l’erogazione di un contributo per l’acquisto di latte artificiale nei casi di patologie che impediscono la pratica naturale dell’allattamento da parte delle neomamme.

Dall’attenzione a questi temi si misura il grado di civiltà di un Paese.

E sia con la scorsa legge di bilancio che con quella di adesso stiamo facendo del nostro meglio per dare le risposte che i cittadini aspettano da anni.

Questo significa per noi ‘nessuno deve rimanere indietro’.

In evidenza

Comuni, Lorefice (M5S): “Più qualità e più servizi per gli Enti locali con la Legge di Bilancio 2020”

“Gli Enti locali tornano a respirare e, con essi, territorio e cittadini che avranno a disposizione più servizi di maggiore qualità, grazie alle nuove misure contenute nella Legge di Bilancio 2020”. Lo dichiara la presidente della Commissione Affari Sociali alla Camera, Marialucia Lorefice (M5S), che prosegue:

 “Innanzitutto incrementeremo  la dotazione annuale del Fondo di solidarietà comunale (FSC), di 100 milioni di euro per il 2020, di 200 milioni per il 2021, di 300 milioni per il 2022, di 330 milioni nel 2023 e di 560 milioni a decorrere dal 2024, finalizzandolo ad introdurre un meccanismo correttivo nel riparto del Fondo.

Inoltre -continua Lorefice-, ai Comuni interessati, per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022, andranno destinati 110 milioni di euro a ristoro del minor gettito dovuto all’introduzione della TASI nel 2013. 

Viene, poi, demandata ad un decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, da adottare entro il 28 febbraio 2020, la definizione delle modalità e dei criteri per la riduzione della spesa per interessi dei mutui a carico degli enti locali, anche prevedendo l’accollo e la ristrutturazione degli stessi da parte dello Stato. 

Per le isole minori, istituiamo un Fondo per gli investimenti, con una dotazione di 14,5 milioni di euro per il 2020, 14 milioni per il 2021 e  13 milioni per il 2022. Il Fondo è diretto a finanziare progetti di sviluppo infrastrutturale o di riqualificazione del territorio, con interventi nei settori dell’energia, dei trasporti e della concorrenza, diretti a migliorare la qualità della vita nelle piccole isole.

 La ripartizione è effettuata con decreto del Ministro per gli affari regionali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, previo parere favorevole della conferenza unificata.


Raddoppiamo passando da 5 a 10 milioni,  i finanziamenti destinati al Fondo nazionale integrativo per i comuni montani a partire dal 2020 e incrementiamo il Fondo di solidarietà comunale di 2 milioni di euro annui, per il triennio 2020-2022, destinato ai comuni montani fino a 5.000 abitanti“.

“Con queste misure, numerose e variegate, il nostro Governo dimostra ancora una volta di essere dalla parte dei sindaci e di non trascurare le esigenze di alcun territorio nel nostro Paese.” Conclude Lorefice

In evidenza

Piano straordinario da 1,3 miliardi per la disabilità in Legge di Bilancio

Aver realizzato un Piano straordinario da 1,3 miliardi per la disabilità nella Legge di Bilancio dimostra che il tema è al centro dell’agenda politica del Governo.

Queste risorse, infatti, serviranno a finanziare interventi di varia natura: dal trasporto al lavoro dei disabili, alle attività di cura e assistenza.

Ora ci auguriamo che l’ intervento possa fare da apripista per un nuovo modello di welfare e contribuire a ridisegnare un modello di assistenza socio-sanitaria, capace di rimettere al centro la persona disabile e le loro famiglie.

👇

https://www.ilblogdellestelle.it/2019/12/in-legge-di-bilancio-piano-record-da-13-miliardi-in-sostegno-dei-disabili.html

In evidenza

Fondo sostegno vittime di gravi infortuni sul lavoro: 6 milioni di euro in tre anni

6 milioni di euro in tre anni per il fondo di sostegno per le famiglie delle vittime di gravi infortuni sul lavoro.

Nel 2020 le risorse destinate al fondo aumentano di un milione di euro, per salire a quota due milioni nel 2021 e a 3 milioni nel 2022.

Un aiuto concreto per i familiari delle vittime di infortuni e incidenti mortali sul lavoro, seppur nella consapevolezza che niente potrà alleviare il dolore per la perdita di un congiunto.

In evidenza

Bonus per asili nido e latte in polvere, il M5S vicino alle neo mamme

Il MoVimento 5 Stelle non lascia indietro nessuno. Grazie alla Manovra 2020 e alle misure che abbiamo deciso di inserire aiutiamo anche le mamme che non possono allattare i propri figli con un contributo di 400 euro per acquistare il latte in polvere fino al compimento del sesto mese di vita del neonato.

Ma non è tutto

Info qui

https://www.ilblogdellestelle.it/2019/12/dal-bonus-bebe-agli-asili-nido-latte-in-polvere-una-manovra-a-misura-di-bambino.html

In evidenza

COMUNE ISPICA, LOREFICE (M5S): Bene tavolo al MEF con viceministro Castelli per affrontare difficoltà Ente”

“Ieri in un clima di massima collaborazione istituzionale, insieme al sindaco di Ispica Pierenzo Muraglie, abbiamo incontrato il viceministro dell’Economia e delle Finanze Laura Castelli per analizzare la situazione finanziaria in cui versa il Comune.” E’ quanto dichiara in una nota la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati, Marialucia Lorefice (M5S), che spiega: 

“Già dallo scorso anno insieme al sindaco abbiamo avviato una serie di interlocuzioni con i rappresentanti del nostro Governo, nell’ambito delle quali si è svolto l’incontro con il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia. 

La situazione dell’Ente – aggiunge Lorefice – è certamente complessa, tuttavia durante la riunione odierna, dopo aver ragionato con scrupolo sulle varie posizioni debitorie ereditate dal Comune, abbiamo individuato alcune possibili strade da intraprendere.

Nei prossimi giorni, insieme ai competenti uffici del Ministero dell’Economia, valuteremo la fattibilità tecnica delle proposte avanzate, per poi tornare ad incontrare nel prossimo mese di gennaio il viceministro Castelli, che desidero ringraziare per la competenza e per la pronta disponibilità.

Auspico che l’impegno congiunto profuso in questi mesi permetta al Comune di Ispica di superare le difficoltà finanziarie, nell’esclusivo interesse della nostra comunità”. Conclude la Presidente.


 

In evidenza

Stop “Caro Voli”

Studenti e lavoratori fuori sede, malati gravi e gravissimi e pazienti che per curarsi sono costretti a spostarsi in altre regioni, tutti residenti in Sicilia, avranno uno sconto di circa il 30% sul prezzo del biglietto.

Le tariffe sociali sono targate MoVimento 5 Stelle!

Questo lo vogliamo precisare non per protagonismo, ma perché quelli che adesso vogliono prendersi i meriti di una misura che per la prima volta è introdotta in Italia per contrastare il caro voli che colpisce i siciliani, fanno i politici di mestiere da anni! Perché non lo hanno mai fatto prima?

https://www.ilblogdellestelle.it/2019/12/stop-caro-voli-per-studenti-disabili-e-pendolari-siciliani-arrivano-le-tariffe-sociali.html

In evidenza

LOREFICE (M5S): “In Legge di Bilancio importanti investimenti in sanità, anche a beneficio delle Regioni del SUD”

“La manovra economica 2020, sulla scia della Legge di Bilancio dello scorso anno, conferma consistenti investimenti in sanità.” E’ quanto riferisce la deputata Marialucia Lorefice M5S, presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, che afferma con orgoglio: “E’ finita l’epoca dei tagli lineari e indiscriminati, per il nostro governo la sanità è un settore chiave da proteggere e valorizzare. Prova ne sono la confermadello stanziamento di 2 miliardi di euro in più rispetto al 2019 per il nostro Servizio Sanitario Nazionale, che resta un modello di eccellenza a livello mondiale.

 

Abbiamo, poi, previsto 2 miliardi di euro in più per l’edilizia sanitaria e per l’ammodernamento tecnologico dei macchinari. Anche questa misura è in linea con la programmazione avviata dall’ex ministro della salute Giulia Grillo, che aveva voluto avviare un vero “Piano Marshall” per l’ammodernamento del patrimonio sanitario, molto carente in alcune regioni italiane.

Le risorse verranno ripartite tra le Regioni e potranno essere utilizzate per la sottoscrizione di Accordi di Programma, secondo le modalità e le procedure per l’attivazione dei programmi di investimento in sanità definite dagli Accordi tra Governo e Regioni.

In ambito tecnologico, la manovra prevede, inoltre, lo stanziamento di 235 milioni di euro da destinare al fabbisogno di apparecchiature sanitarie dei medici di base e pediatri, con l’obiettivo di migliorare il processo di presa in cura dei pazienti, nonché di ridurre il fenomeno delle liste d’attesa. 

 

 Una misura di cui andiamo particolarmente orgogliosi e per la quale ci siamo battuti per anni – prosegue Lorefice – è l’abolizione delsuperticket, a partire dal primo settembre 2020. I 10 euro in più che alcune Regioni prevedevano sulle visite specialistiche. Si trattava di una misura iniqua, che penalizzava l’accesso alle cure per i cittadini.

 

Abbiamo poi cercato di fronteggiarecon una serie di misure il delicato problema della carenza di personale medico e sanitario, che si ripercuote inevitabilmente sull’offerta dei servizi ai pazienti.

Abbiamo aperto la possibilità a una platea molto rilevante di precari della sanità, quali medici, infermieri, personale sanitario di essere stabilizzati, estendendo al 31 dicembre 2019 il termine per maturare i tre anni di servizio, e abbiamo previsto nuovi 1000 contratti per le specializzazioni in medicina. Un passo avanti importante in attesa di una riforma strutturale del sistema formazione-lavoro in medicina.

Sempre sul fronte occupazione mi piace sottolinearei 7,2 milioni di euro in più all’anno per il prossimo triennio, che permetteranno l’assunzione dei medici precari dell’Inps. Tale misura è frutto di un lungo lavoro che abbiamo portato avanti insieme al presidente Tridico e al ministro Catalfo per stabilizzare e valorizzare i medici che svolgono un servizio essenziale per la tutela dei nostri cittadini con invalidità.

Nel decreto Fiscale abbiamo, inoltre, previsto un aumento del tetto di spesa per il personale fissato dal Decreto Calabria. 

Abbiamo riconosciuto che i limiti di spesa possano essere incrementati annualmente, a livello regionale, di un importo pari, non più al 5% ma al 10% dell’incremento del Fondo sanitario regionale rispetto all’esercizio precedente. Inoltre, qualora una regione abbia ulteriori oggettivi fabbisogni di personale, si potrà riconoscere un ulteriore incremento fino al 15%. Un passo importante dopo una paralisi di circa 15 anni, di cui potranno avvantaggiarsi le regioni e conseguentemente i cittadini.

 

Misure importanti da menzionare – riferisce la deputata – sono, poi, lo stanziamento di 2 milioni di euro per la Rete nazionale del registro tumori, indispensabile per correlare i dati d’incidenza tumorale ai territori, così da programmare interventi di prevenzione mirati, e avere diagnosi più accurate con maggiori percentuali di guarigione, e la creazione di un Fondo nazionale per la ricerca e cura dell’endometriosi, in difesa di almeno 3 milioni di donne che soffrono di questa malattia cronica, difficile da diagnosticare, per la quale esistono ancora poche terapie efficaci.

 

Infine, in manovra non è mancato il nostro impegno nella lotta alla povertà, che si è concretizzato tra l’altro nel bonus asili nido, che prevede un assegno fino a 3000 euro per le famiglie a basso reddito e nel fondo infrastrutture sociali, attraverso il quale i piccoli comuni del Sud avranno 300 milioni di euro a disposizione per asili scuole e presidi sanitari.” Conclude Lorefice

 

In evidenza

Fondo per la disabilità, più 30 milioni nel 2020

Aumentiamo la dotazione del Fondo per la disabilità e la non autosufficienza di ulteriori 30 milioni nel 2020.

Complessivamente la dotazione del Fondo sarà pari a 80 milioni di euro nel 2020, 200 milioni nel 2021 e 300 milioni euro annui a decorrere dal 2022.

Qui 🔜 https://is.gd/XDpide

In evidenza

Rapporto Pit, Lorefice (M5S): “Il nostro Governo lavora per superare le criticità”

Ieri, intervenendo alla presentazione del XXII Rapporto PIT SALUTE di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, ho sottolineato come il nostro governo, a differenza dei precedenti, finalmente sia tornato a investire sulla salute.

A nostro avviso, infatti, i finanziamenti in sanità non devono mai essere visti come un costo, perché permettono al nostro sistema sanitario di rimanere un’eccellenza, che garantisce ai cittadini l’accesso alle cure e alle prestazioni.

Come dimostrato dal Rapporto Pit, purtroppo, le zone d’ombra non mancano, ma siamo al lavoro per affrontarle e superarle, con molteplici interventi che vanno dalle liste d’attesa, alle misure per lo sblocco del turn over e assunzioni, fino al tentativo di ridurre la mobilità sanitaria, con l’auspicio che mai nessuno sia costretto a rinunciare alle cure.

In evidenza

Maltempo, sospesi i mutui per i cittadini siciliani che hanno subito danni durante l’alluvione di ottobre 2019

Siglata l’ordinanza utile alla sospensione dei mutui per i cittadini dei territori siciliani che hanno subito danni a seguito dell’alluvione.

I dossier che sono stati aperti da noi deputati e senatori siciliani del M5S sono stati particolarmente decisivi nel dimostrare come gli eventi calamitosi siano stati talmente disastrosi, in alcune aree della #Sicilia e della #provinciaiblea, da richiedere degli interventi eccezionali da parte del Governo.

Ringrazio il Ministro Luigi Di Maio il cui intervento è stato indispensabile e il sottosegretario Alessio Villarosa per il supporto determinante.

Interventi di questo genere a tutela dei cittadini, del credito e del risparmio contraddistinguono l’identità del M5S nel proprio mandato di governo e quello di tutti noi parlamentari.

Pino Pisani.

Footer

In evidenza

Restituiti agli italiani 104,8 milioni dal taglio stipendi. Ecco cosa ne abbiamo fatto

Il tempo corre veloce e le attività del MoVimento 5 Stelle si moltiplicano a tutti i livelli, battaglie politiche, campagne civiche e di sensibilizzazione, attività normativa e tanto altro. Oggi però abbiamo deciso di dedicare qualche minuto e questo breve testo a noi stessi, per soffermarci a ragionare su una nostra iniziativa che ormai diamo per scontato ma che, se ci guardiamo intorno, così scontata non è: le restituzioni.

Certo, rinunciare a parte dello stipendio per un portavoce è un elemento identitario: lo si fa perché sarebbe assurdo il contrario, così come è assurdo vedere che nelle altre forze politiche di auto-tagliarsi il lauto stipendio da parlamentare o da consigliere regionale non se ne parla nemmeno. Ma noi in questi anni abbiamo sempre mantenuto l’impegno che abbiamo contratto con gli italiani e nella passata legislatura la nascita di 10mila imprese e decine di migliaia di posti di lavoro è stata resa possibile proprio grazie alle nostre restituzioni versate direttamente sul fondo di rotazione per il microcredito in favore delle piccole e medie imprese.

Oggi il contatore del nostro portale delle restituzioni, tirendiconto.it, segna 104,8 milioni di euro restituiti: una cifra di cui tutti gli attivisti pentastellati possono andare fieri e che invece, presi dai mille impegni, spesso non raccontiamo ai cittadini.

Allora facciamo il punto della situazione ad oggi e vediamo dove sono andate le somme restituite dai nostri portavoce al Parlamento e nella Regioni, dopo il primo Restitution day di questa legislatura, ancora indirizzato al fondo per le piccole e medie imprese (in totale abbiamo superato i 26 milioni), e il secondo, che ha invece destinato 2 milioni di euro per gli interventi della Protezione civile nelle aree del Paese martoriate dalle conseguenze di alluvioni e altri fenomeni meteorologici estremi.

A marzo 2019 abbiamo deciso di coinvolgere tutto il Movimento della decisione rispetto alla destinazione delle somme restituite dai portavoce, aprendo alla possibilità di finanziare diverse iniziative contemporaneamente. Con il voto sulla piattaforma Rousseau, i nostri iscritti hanno dato indicazione di intervenire per combattere la cosiddetta povertà educativa e per sostenere iniziative di prevenzione e contrasto della violenza maschile contro le donne.

Negli ultimi 15 anni il numero di minori che vivono in condizioni di povertà è triplicato e le condizioni delle famiglie si ripercuotono inesorabilmente sull’educazione e sulla scolarizzazione dei figli. Come forza di governo stiamo lottando con tutte le nostre forze per ristabilire condizioni minime di giustizia sociale e per investire in maniera adeguata sulla scuola: il reddito di cittadinanza, il decreto scuola approvato dalla Camera e all’esame del Senato, i fondi per l’adeguamento degli stipendi degli insegnanti e l’edilizia scolastica sono la conferma concreta del nostro impegno nelle istituzioni. E siamo fieri che anche i nostri attivisti e portavoce abbiamo voluto dare il loro contributo in questa battaglia decisiva per il futuro del Paese destinando, lo scorso luglio, 969.000 euro al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Contestualmente abbiamo consegnato 441.000 euro al fondo contro la violenza sulle donne, aggiungendo un piccolo ma concreto segno di attenzione alle importanti iniziative legislative messe a punto nei mesi passati: con il Codice Rosso da un lato abbiamo lavorato sulla prevenzione, e ora le donne che trovano il coraggio di denunciare hanno una corsia preferenziale e vengono ascoltate da un magistrato entro 72 ore dalla denuncia dei fatti, dall’altro abbiamo aumentato le pene per reati come lo stalking e la violenza sessuale.

Azioni concrete con le leggi in Parlamento e con i soldi che restituiamo alla collettività, dunque. E a queste iniziative tantissime altre se ne sono aggiunte sui singoli territori grazie alle restituzioni dei portavoce regionali del MoVimento 5 Stelle come ad esempio l’ultima iniziativa, Facciamo Ecoscuola, grazie alla quale stiamo destinando 3 milioni di euro a progetti di sostenibilità nelle scuole italiane: riduzione dell’impronta ecologica, interventi di messa in sicurezza dei locali scolastici, promozione della mobilità sostenibile, educazione ambientale, rigenerazione degli spazi, organizzazione di giornate per la sostenibilità.

Abbiamo tante buone ragioni per essere fieri di aver restituito questi 104,8 milioni agli italiani e nelle prossime settimane vi racconteremo ancora meglio le storie di chi ne ha beneficiato. Mentre tutti gli altri partiti si erano sempre limitati a “prendere”, il MoVimento 5 Stelle è stata l’unica forza politica che ha iniziato a “restituire” ai cittadini italiani. 

E ne siamo fieri.

Fonte https://www.ilblogdellestelle.it/2019/12/finora-restituiti-agli-italiani-1048-milioni-dal-taglio-stipendi-ecco-cosa-ne-abbiamo-fatto.html 8/12/2019

In evidenza

Lorefice (M5S): “Aiuto al suicidio, ora serve disciplinare una procedura omogenea”

Lorefice (M5S): “Ora spetta alla politica disciplinare una procedura omogenea”

Davanti ad argomenti come quello dell’aiuto al suicidio, in Parlamento si deve necessariamente lavorare da subito, per trovare una posizione comune, in modo da offrire a cittadini e medici un testo omogeneo e largamente condiviso ⬇️ ⬇️

https://is.gd/YrXvIe

In evidenza

Pos, nessuna sanzione per i commercianti sprovvisti

Non si fanno sanzioni ai commercianti sprovvisti di Pos fino a quando non verranno abbassate le commissioni sulle transazioni elettroniche. È un principio sacrosanto che ribadiamo da tempo.

Ora lo abbiamo realizzato con un emendamento al decreto fiscale.

Prima di tutto si deve trovare un accordo con le banche sulle commissioni, che entro certi importi andranno AZZERATE, solo poi si può parlare di sanzioni per chi non si adegua al Pos.

In evidenza

Libero Consorzio di Ragusa, Lorefice (M5S):  “In Legge di Bilancio risorse per le ex province”

 

“In Legge di Bilancio –rende noto la presidente della Commissione Affari Sociali, Marialucia Lorefice – abbiamo istituito un Fondo destinato in particolare alla Regione Siciliana e alla Regione Sardegna, con una dotazione di 250 milioni di euro per il 2020, 359 milioni di euro rispettivamente per il 2021 e 2022, 289 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024, 324 milioni di euro per il 2025 e 243 milioni di euro annui dal 2026. 

Con questa misura sosteniamo economicamente le ex province che sono state depauperate di poteri e fondi nel corso degli anni. Consentiamo un rilancio delle infrastrutture provinciali e delle strade provinciali ridotte in uno stato disastroso, ridiamo la possibilità ai Liberi Consorzi di pagare gli stipendi e mantenere i servizi per i cittadini, specie quelli per i disabili. 

 Ringraziamo il governo ed in particolare il sottosegretario al MEF Alessio Villarosa, per l’attenzione dimostrata sulla grave crisi finanziaria che ha investito le ex province siciliane.

Possiamo finalmente dire che il territorio siciliano, l’ex provincia di Ragusa e tutti noi abbiamo avuto finalmente le risposte che da tempo attendevamo”, conclude Lorefice.

In evidenza

Tribunali Modica-Mistretta-Nicosia, Lorefice e Pisani (M5S): “La condivisione d’intenti è indispensabile. Il nostro impegno è massimo”

Si è tenuto ieri mattina l’incontro organizzato dal Coordinamento regionale dei comitati costituiti a difesa dei Tribunali soppressi. Presenti, oltre ai rappresentato del Comitato di Modica, anche quelli dei Comitati e dei rappresentanti istituzionali di Mistretta e di Nicosia. E ancora, il sindaco di Modica,i rappresentanti dei vicini comuni di Ispica, Pozzallo e Scicli. Per la deputazione iblea, la presidente della Commissione Affari Sociali, Marialucia Lorefice e il senatore Pino Pisani. 
Un incontro durante il quale i rappresentanti del Coordinamento regionale hanno chiesto all’unisono ai parlamentari del M5S di mediare affinché il ministro alla Giustizia Bonafede incontri l’assessorato regionale Bernadette Grasso e venga siglata la convenzione con la quale si dia la possibilità di utilizzare i Palazzi di giustizia soppressi quali sedi distaccate.
“Abbiamo ascoltato le istanze pervenuteci –hanno evidenziato Lorefice e Pisani- ieri l’incontro col coordinamento e i sindaci di alcuni comuni del comprensorio, due settimane fa quello col presidente del tribunale di Ragusa. Importante è in questi casi conoscere i pareri e i punti di vista delle parti al fine di poter affrontare questa delicata situazione nel modo più opportuno. Come rappresentanti del territorio il nostro compito è anche avanti le istanze che ci provengono da essi. Cosa che negli anni abbiamo sempre fatto, mantenendo fede agli impegni presi. 
Le richieste del coordinamento rientrano -continuano-, chiaramente, in una più ampia riforma giudiziaria che non riguarderebbe soltanto gli ex tribunali di Modica, Mistretta e Nicosia ma anche gli altri 27 soppressi in tutta Italia. 
Tuttavia, ritenendo che nel caso specifico, ad esempio, di Modica i costi per la manutenzione di un immobile il cui mutuo fino al 2024 resta vincolato all’uso dello stesso per uffici giudiziari sottoporremo ancora una volta il caso dei tribunali siciliani al ministro Bonafede. Certi che se una risposta dovrà arrivare arriverà. 
L’unione d’intenti -concludono Lorefice e Pisani- rispetto ad un problema fa sicuramente la differenza e, com’è stato ieri mattina, rende il senso anche della condivisione delle idee nei confronti  dell’impegno per la comunità”.

In evidenza

Decreto Sisma, approvato un ordine del giorno per Ragusa e altre province siciliane colpire da alluvioni

Di Marialucia Lorefice

Ieri, nell’ambito del Decreto Sisma è stato approvato un ordine del giorno a mia prima firma e sottoscritto dai colleghi siciliani col quale abbiamo chiesto al Governo l’impegno di dichiarare lo stato di calamità naturale per la provincia di #Ragusa e per le altre province siciliane colpite dalle violente alluvioni a partire dal mese di settembre.

Una prima importante risposta è arrivata lo scorso 21 novembre quando il consiglio dei ministri ha deliberato lo stato di emergenza con cui sono stati stanziati 10.250.000 euro per l’attuazione dei primissimi interventi della protezione civile.

Sappiamo che queste risorse non sono sufficienti per mettere in sicurezza un territorio già assai fragile.

Per questo continueremo a lavorare con determinazione, a fianco del governo, intervenendo nei prossimi provvedimenti legislativi utili.

Come affermato dal ministro di Maio in visita in Sicilia, ci attiveremo affinchè nessun cittadino e nessun sindaco si senta solo.

In evidenza

LOREFICE (M5S): “LE SCUOLE DELLA PROVINCIA DI RAGUSA POTRANNO PARTECIPARE ALL’INIZIATIVA DEL M5S ‘FACCIAMO ECO SCUOLA’.  ALLA SICILIA ANDRANNO 300 MILA EURO DELLE  ‘RESTITUZIONI’ DEI PARLAMENTARI M5S”

“Ho ritenuto opportuno inviare personalmente una lettera ai dirigenti scolastici della provincia di Ragusa per invitarli a partecipare all’iniziativa ‘Facciamo Eco Scuola’, con la quale il Movimento 5 stelle ha stanziato 3 milioni di euro per progetti di promozione della sostenibilità e dell’educazione ambientale”.

E’ quanto riferisce in una nota la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice, che spiega: “Le risorse derivano dalle restituzioni mensili volontarie di parte delle nostre retribuzioni e dei nostri rimborsi come parlamentari nazionali del M5S. Un impegno che ci contraddistingue e al quale abbiamo sempre tenuto fede dalla nostra elezione.

Sono particolarmente soddisfatta che quest’anno le risorse siano destinate alle scuole pubbliche primarie e secondarie di primo e secondo grado, al fine di promuovere utili interventi per migliorare la qualità degli ambienti scolastici e per favorire la loro messa in sicurezza. 

In questo modo mi auguro che potremo rendere più piacevole, oltre che naturalmente più sicura, la permanenza a scuola dei nostri ragazzi, degli insegnanti e del personale scolastico.

Alla Regione Siciliana sono stati destinati ben 299.094 euro complessivi.

Nelle lettere inviate ai dirigenti – chiarisce la deputata –  li ho invitati a presentare il proprio progetto entro la scadenza del 15 gennaio prossimo, per poi partecipare ad una votazione online, che stabilirà quale scuola riceverà una donazione di 10.000 o 20.000 euro in base alla tipologia di intervento programmato. 

Per godere del contributo si potranno presentare iniziative volte all’efficientamento energetico, all’utilizzo di prodotti a km zero e riduzione dello spreco alimentare, alla rimozione dell’amianto, all’eliminazione delle barriere architettoniche, per citare qualche esempio.

Spero fortemente – conclude Lorefice – che le nostre scuole, in un momento in cui le amministrazioni centrali e locali fanno fatica a reperire risorse, non si lascino sfuggire questa preziosa opportunità. Per noi è un modo di rispondere ai bisogni della nostra comunità, partendo dalle esigenze dei bambini e dei ragazzi e per stimolare tra i banchi scolastici la riflessione sull’ecologia e sulla sostenibilità ambientale”.

In evidenza

VISITA DI DI MAIO A ISPICA E RAGUSA, LOREFICE (M5S): “IL GOVERNO HA GIA’ STANZIATO PIU’ DI 10 MILIONI DI EURO PER I COMUNI COLPITI DALL’ALLUVIONE DI OTTOBRE”

VISITA DI DI MAIO A ISPICA E RAGUSA, LOREFICE (M5S): “IL GOVERNO HA GIA’ STANZIATO PIU’ DI 10 MILIONI DI EURO PER I COMUNI COLPITI DALL’ALLUVIONE DI OTTOBRE. LA VISITA DEL MINISTRO DI OGGI E’ IL CONCRETO ESEMPIO DI UNO STATO CHE VIVE IL TERRITORIO E VUOLE PRESERVARLO A SALVAGUARDIA DI CITTADINI E LAVORATORI”

“La presenza di Luigi Di Maio, capo politico del M5S, Ministro degli Esteri, oggi in provincia di Ragusa, in particolare ad Ispica e a Ragusa è il segnale della presenza concreta e reale dello Stato sul territorio, a testimonianza del fatto che noi siamo vicini a tutti i cittadini e a tutte le comunità colpite da eventi calamitosi in qualunque parte del Paese esse si trovino”, così la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice che ha accompagnato oggi il Ministro Di Maio nelle tappe del suo giro in Sicilia di Ispica e Ragusa. “Purtroppo, è un momento delicato per la provincia iblea e per molte altre province siciliane colpite in maniera devastante dalle alluvioni dell’ottobre scorso che hanno provocato tantissimi danni anche alle abitazioni, alle infrastrutture, oltre che ai comparti agricolo e zootecnico.

Noi come Governo –sottolinea la deputata iblea-, come Parlamento abbiamo la stessa attenzione per tutte le città che hanno subito danni ingenti. I danni che il maltempo del 25 e 26 ottobre ha causato sono diversi e ammontano a diversi milioni di euro. Oggi, ad Ispica, siamo stati in C.da Mortella e in C.da Bufali-Marza, solo alcuni degli esempi di quello che ha provocato l’alluvione di quella notte tremenda per tutta la città. Abbiamo avuto modo di parlare non soltanto con le istituzioni, con il sindaco Muraglie e il presidente del Consiglio Roccuzzo, ma anche con i cittadini e con gli agricoltori per comprendere a fondo quali siano le misure più imminenti da porre in essere per dare respiro al territorio, alle aziende. L’ammontare dei danni al momento è incalcolabile. Il Governo ha provveduto a stanziare con il Consiglio dei Ministri dello scorso giovedì 10 milioni 200 mila euro circa. Serviranno solo per i primi interventi nei Comuni interessati dall’alluvione e, in particolare, per la messa in sicurezza. Siamo ben consapevoli e l’abbiamo fatto presente in questo contesto davanti al sindaco Muraglie, l’ha sottolineato anche il Ministro Di Maio, che servono altri fondi e questo è un primo passo. Serviranno altri interventi e il nostro impegno è quello di finanziare altre risorse per aiutare il territorio e le tantissime aziende danneggiate.

A Ragusa l’incontro presso la Camera di Commercio è stato un ulteriore esempio di come il nostro Governo porti avanti una politica che non si fa nei palazzi ma tra la gente. Ascoltare le istanze provenienti dai diversi territorio è una maniera diretta e per noi preziosa di lavorare per il bene della nostra comunità e dell’Italia tutta”. 

In evidenza

Lorefice (M5S):”Domani a Ragusa l’incontro con il dep. Comm. Lavoro, già Sottosegretario  Claudio Cominardi”

Si terrà domani a Ragusa, in via Eugenio Criscione Lupis 63 (angolo via Mongibello) alle 20.30 il “Sicilia Tour. Team del Futuro Progetto Lavoro” con Claudio Cominardi, dep. Comm. Lavoro, già Sottosegretario.

“Domani sera, insieme al Dep. Comm. Lavoro, già Sottosegretario Claudio Cominardi, si terrà un importante incontro, focus su lavoro e famiglia. Discuteremo di: Riorganizzazione del M5S; progetto futuro del lavoro e famiglia; valorizzazione del territorio; cittadinanza attiva; opportunità per la Sicilia” dichiara la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice-. Un altro importante appuntamento in questa settimana che ci vede impegnati in provincia di Ragusa, evidenza della nostra attenzione al territorio ibleo”.

In evidenza

Impianto di biogas, Pisani-Lorefice M5S: “Preservare c.da Zimmardo Bellamagna”

“L’impianto per la produzione di biometano da realizzare in contrada Zimmardo Bellamagna rischia di compromettere l’equilibrio naturale della zona, della qualità delle acque e della vocazione turistica dell’area”, così il Segretario d’Aula del Senato Pino Pisani e la Presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice.
       “Si tratta –sottolineano Pisani e Lorefice- di un’area di particolare interesse naturalistico, una delle poche risparmiate dalla cementificazione selvaggia degli ultimi 40 anni. Preservarla è un obbligo morale, prima ancora che di legge. Tra l’altro essendo presenti aree industriali sul territorio modicano semivuote, che potrebbero ospitare l’impianto in questione, con infrastrutture funzionanti capaci di limitare l’impatto ambientale, non è comprensibile la scelta di compromettere l’area di c.da Zimmardo Bellamagna dove insistono, tra l’altro, 87 tombe risalenti al 1300 a.C., con un valore unico per la collettività, anche in considerazione delle peculiarità costruttive di tali opere e del loro valore archeologico. La scelta di ubicare l’impianto nella zona, al confine tra il comune di Modica e di Pozzallo, ha poi destato particolare preoccupazione tra gli abitanti dell’area e le molte attività alberghiere, nonché nell’amministrazione comunale pozzallese. 
        Seppur i bio digestori siano da considerarsi impianti green hanno, comunque, un impatto importante in relazione alle dimensioni e al ciclo di trattamento delle acque impiegate nei processi di produzione di bio gas. Questo provoca, inevitabilmente, cattivi odori e aumenta il rischio di inquinamento delle falde acquifere. Spetta dunque alle amministrazioni locali agire con particolare cautela attuando una preliminare concertazione con il territorio. 
        Importanti le iniziative dei Comuni di Pozzallo e Modica di indire il Consiglio Comunale aperto sul tema.  Ci auguriamo –concludono i parlamentari del M5S- che si intraprenda la strada del dialogo e della concertazione salvaguardando i legittimi interessi delle aziende coinvolte, i cittadini e le strutture alberghiero-ricettive che sussistono nella zona al momento identificata”.